COAST to COSTANS

5 giorni in BELGIO Le Fiandre e Bruxelles

  • Articolo pubblicato: 20/09/2016
  • Categoria dell'articolo: BELGIO / EUROPA
  • Tempo di lettura: 6 mins read

You are currently viewing 5 giorni in BELGIO Le Fiandre e Bruxelles

ALLA SCOPERTA DEL BELGIO

Bruxelles, bruges e gent.

BELGIO LE FIANDRE & BRUXELLES :  Cosa vedere in 5 giorni.

Il Belgio è stato un’autentica sorpresa!  Le Fiandre sono sempre state un chiodo fisso e finalmente quest’anno, insieme a Blueberry travel , siamo riusciti a visitare  Bruxelles, Bruges e Gent. 

QUANDO ANDARE : Raramente da queste parti vedrete il termometro passare i 20 C°. In inverno e fino all’inizio della primavera le temperature oscillano attorno allo 0. Le feste natalizie con i mercatini e le lucine sicuramente sono un momento magico per visitare la regione, ma se soffrite il freddo prendete in considerazione di partire da aprile in poi.

SPOSTAMENTI : Tendenzialmente in Belgio si vola con Ryanair. La scomoda ma economica Ryanair. L’aereo atterra a Charleroi, 60 km a sud di Bruxelles ed il mezzo più comodo (ma più costoso) per arrivare in città, sono gli Shuttle che si trovano fuori dall’aeroporto. Questi portano fino a Bruxelles Midi/Zuid (Bruxelles sud) cioè la stazione principale. Da lì si prende la metro e si arriva ovunque. Per spostarsi dalla capitale alle Fiandre invece si usa il treno. Gent e Bruges si girano a piedi, o a cavallo se si è miliardari!

COSTI : Il Belgio è un paese carissimo ! Diciamolo subito. Dal cibo alle sistemazioni fino agli spostamenti. Qualche esempio di furto: colazione a Gent 24€ (2 brioche, 2 bicchieri di latte, 1 panino) shuttle da Charleroi a Bruxelles 17€, cena a Bruges 46€ (un piattino di mini cozze, 1 primo al salmone, un dolce, 2 birre) fortuna che ci sono i Waffles ad 1 euro che riescono ad attutire il colpo.

CIBO : Non esiste una vera e propria cucina belga. I piatti più conosciuti sono senza dubbio: il cioccolato (ottimo) i waffles, le patatine fritte, le cozze e la birra , quest’ultima SENZA RIVALI!

BELGIO LE FIANDRE E BRUXELLES

Bruxelles è una di quelle città che si sceglie dopo aver visto le classiche capitali europee, ma le aspettative cambiano quando la si visita. E’ una città giovane , pulita, ben organizzata e con molti monumenti storici interessanti. A noi ci è piaciuta un sacco!

Da non perdere: la Grand Place  e le viuzze di Ilot Sacré . Il Manneken Pis (il bimbo incontinente) la leggenda narra che ai tempi della guerra un bambino fece pipì su un ordigno e lo spense, salvando la città da una grossa esplosione. Il mercatino delle pulci in piazza Du Jue du Balle, il quartiere di Sablon con la sua Notre Dame e le migliori cioccolaterie, ed infine l’ Atomium , questo gigantesco atomo di ferro.

“GRANDE GIOVE” – L’ATOMIUM

UNA FACCIATA DELLA GRAND PLACE

IL MANNEKEN PIS CON 2 FAN

Bruges è una meraviglia ferma nel tempo. Casette fiamminghe colorate, i canali coperti dai cigni, i campanili, gli zoccoli dei cavalli sul pavé sono sole alcune delle bellezze di questo quadro fiammingo. La città ha conservato il suo fascino medievale ed è come se tutto fosse fermo a centinaia di anni fa.

BELGIO LE FIANDRE

CANALI DI BRUGES

Il Markt è la piazza principale, cuore di Bruges e vecchio centro commerciale. Questa è dominata dal Belfort , il campanile, che con i suoi 366 scalini vi porta ad ammirare un panorama fantastico. Sul retro sorge il Burg , una delle piazze principali della città in cui si trova lo storico municipio.

LA VISTA SULLA PIAZZA DAL CAMPANILE

Da non perdere inoltre, la chiesa di San Salvatore , Notre Dame in cui all’interno si trova una madonna di Michelangelo e il Groningen Museum , dove si possono trovare alcuni fra i capolavori di Jan Van Eyck , considerato l’iniziatore della scuola fiamminga. Bellissimo e suggestivo anche il Beghinaggio , una sorta di convento dove vivevano le beghine attorno al 1200. Di fronte sorge il Minnewater , il lago dell’amore.

IL BEGHINAGGIO

ALTRO SCORCIO DI BRUGES

Non dimenticate di fare un giro in battello fra i canali  e di visitare uno dei birrifici storici della città. Noi abbiamo fatto visita al De Halve Maan , uno dei pochi rimasti, dove si produce la famosissima birra Zot.

#TIP : Vi consigliamo di fare la Brugge city card. Questa tessera costa intorno alle 40€, cara sì, ma in caso vogliate scoprire il meglio di Bruges, avrete risparmiato sicuramente qualcosa.

#tip : una delle cose che vi consigliamo di fare è la visita all’ historium , che si trova nel markt. attraverserete 7 stanze a tema seguendo la storia di due innamorati. un viaggio nel tempo virtuale, quando questa città nel medioevo era il fiorente crocevia dei commerci d’europa.  e’ incluso con la city card.,   belgio le fiandre cosa fare belgio cosa vedere.

Gent è l’altra meraviglia delle Fiandre, la città delle luci , eterna rivale in bellezza con Bruges. Questa dista un’ora di treno da Bruxelles ed è una delle città universitarie più grandi d’Europa, ci se ne accorge subito all’uscita dalla stazione per il fiume di biciclette parcheggiate. A differenza della sua antagonista, Gent è riuscita a mescolare il fascino del suo passato con l’arte moderna.

WERREGAREN STRAAT

Imperdibile è la cattedrale di San Bavo dove al suo interno si trova una delle opere più famose di Jan Van Eyck , “L’adorazione dell’agnello mistico”. Magnifico il campanile di Belfort con le 52 campane e la chiesa gotica di San Nicola .

IL CENTRO DI GENT

Scendendo dal ponte di San Michele  si arriva sul fiume Leie. Le due sponde che portano fino al Grasbrug,  Graslei e Korenlei, sono una delle zone più interessanti di Gent.  Questa zona sebbene sia diventata molto turistica, conserva la sua anima rilassante dove molti studenti passano i loro pomeriggi studiando.

Passeggiare in queste zone vi porterà senza dubbio ad assaggiare i nasi di Gent, cioè i cuberdons , delle caramelle ripiene di lampone dolcetto tipico di questa città, ma attenzione: alzano gli zuccheri solo a guardarle. La parte più moderna infine, la si può ammirare nella stilosissima  Werregaren Straat , un vicolo lungo 200mt completamente ricoperto da murales di artisti da tutto il mondo.

I NASI DI GENT

Il nostro city break in Belgio finisce qui, nella città delle luci. In 5 giorni siamo riusciti a visitare Bruxelles e le due città simbolo delle Fiandre, una regione che ci ha davvero stupiti e dove speriamo di tornare presto.

Noi vi lasciamo con i nostri video : i due vlog della mini serie girata in Belgio in collaborazione con Blueberry ed un breve video insolito di un 1 minuto girato fra le strade di Gent.  😉

Bruxelles – Cosa vedere in un giorno – VlogTour Ep.1

Bruges – Cosa vedere in  un giorno – VlogTour Ep.2

Gent – FIANDRE – 1 giorno in 1 minuto

Potrebbe anche piacerti

Read more about the article Itinerario SUDAFRICA fai da te: 1 PARTE

Itinerario SUDAFRICA fai da te: 1 PARTE

Read more about the article Weekend nelle FIANDRE – Anversa e Mechelen

Weekend nelle FIANDRE – Anversa e Mechelen

Questo articolo ha 6 commenti..

Ciao ragazzi grande articolo noi ci andremo per i mercatini di Natale e credo sarà bellissimo ! Un saluto da Vienna Alex

Ciao Alex, speriamo allora possa esserti d’aiuto ! Grazie di averci scritto e mi raccomando i guanti…che laggiù fa freschino!!!!

Bel post e belle foto, prenderò sicuramente spunto visto che parto fra un paio di settimane 🙂

Ciao Domenico grazie mille ! Se avessi bisogno di altre info mandaci pure un messaggio, sarà un bel viaggio vedrai !

Ragazzi mi avete convinta ! Il nostro prossimo viaggio sarà in Belgio…non vedo l’ora di visitare Bruges, deve essere una città meravigliosa 🙂

Ciao Caterina! Bè in effetti è davvero una splendida regione! Buon viaggio 😉

Lascia un commento Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati .

Privacy Overview

VITRUVIANO.IT

VITRUVIANO.IT

Bruxelles in 5 giorni: Scopri tutto ciò che devi vedere

Bruxelles in 5 giorni: Scopri tutto ciò che devi vedere

Se stai pianificando un viaggio a Bruxelles e ti chiedi quanti giorni dedicarvi, sei nel posto giusto. La capitale del Belgio offre una vasta gamma di attrazioni culturali, artistiche e culinarie che meritano di essere esplorate. Se hai solo un paio di giorni a disposizione, potrai comunque goderti i principali punti di interesse come la Grand Place, il Manneken Pis e il Parlamento Europeo. Tuttavia, per veramente immergersi nell’atmosfera della città e scoprire tutto ciò che ha da offrire, consigliamo di rimanere almeno 4-5 giorni. In questo modo avrai abbastanza tempo per visitare i musei, fare shopping nei quartieri più trendy e assaggiare la tradizionale cucina belga. Bruxelles è una città intima e vivace allo stesso tempo, dove l’arte, la storia e il gusto si fondono in un’unica esperienza indimenticabile. Non vediamo l’ora di aiutarti a pianificare il tuo viaggio e a farti scoprire tutte le meraviglie di Bruxelles.

  • Durata del soggiorno a Bruxelles: La durata ideale per visitare Bruxelles dipende dal tipo di viaggio che si desidera fare. Tuttavia, per avere un’esperienza completa della città, si consiglia di trascorrere almeno 3-4 giorni a Bruxelles.
  • Attrazioni principali da visitare: Durante la visita a Bruxelles, ci sono alcune attrazioni principali da non perdere. Queste includono la Grand Place, che è considerata una delle piazze più belle al mondo, il Manneken Pis, un’iconica statua di un bambino che fa la pipì, l’Atomium, un monumento modernista e il Palais de Justice, un imponente palazzo di giustizia.
  • Esplorare i quartieri: Oltre ai luoghi turistici, vale anche la pena esplorare i quartieri di Bruxelles. Ad esempio, il quartiere europeo ospita le istituzioni europee e offre una prospettiva interessante sulla città. Il quartiere di Marolles è noto per il suo mercato delle pulci e le sue botteghe d’antiquariato, mentre Ixelles è un quartiere vivace noto per i suoi negozi alla moda, caffè e ristoranti.
  • Tempo per gustare la gastronomia: Bruxelles è famosa per la sua eccellente cucina, quindi è importante prevedere abbastanza tempo per assaporare le specialità locali. Si consiglia di provare i waffle belgi, le patatine fritte, il cioccolato artigianale e i famosi prodotti della birra belga. Inoltre, Bruxelles è anche conosciuta per i suoi ristoranti di alta qualità, quindi vale la pena prenotare una cena in uno dei ristoranti stellati Michelin della città.
  • Ricca storia e cultura: Bruxelles è una città ricca di storia e cultura, con numerosi palazzi storici, musei e monumenti da visitare. Con un soggiorno di alcuni giorni avrete l’opportunità di immergervi completamente nella storia e nelle tradizioni della città.
  • Cibo delizioso: Bruxelles è famosa per la sua cucina deliziosa e unica. Potrete assaggiare specialità come i famosi waffle, il cioccolato belga, la birra artigianale e molti altri piatti tipici. Con alcuni giorni dedicati alla visita potrete gustare una varietà di piatti tradizionali e scoprire le specialità culinarie del luogo.
  • Architettura affascinante: I visitatori di Bruxelles saranno affascinati dall’architettura unica della città. La Grande Place, con i suoi edifici storici e le sue facciate intricatamente decorate, è uno dei luoghi più iconici da visitare. Con più giorni a disposizione, avrete il tempo di esplorare la città e ammirare l’architettura affascinante di numerosi edifici, chiese e monumenti.
  • Shopping e boutique: Bruxelles è una città ideale per fare shopping, con una vasta gamma di negozi e boutique che offrono prodotti di ogni genere, dalle designer di moda di lusso alle produzioni artigianali locali. Con alcuni giorni dedicati alla visita potrete fare shopping per cibi, abbigliamento e articoli da regalo unici, portando a casa dei ricordi speciali del vostro viaggio a Bruxelles.
  • 1) Limitatezza del tempo: Se si hanno a disposizione solo pochi giorni per visitare Bruxelles, potrebbe non essere possibile visitare tutte le attrazioni principali della città oppure dedicare abbastanza tempo a ciascuna di esse.
  • 2) Mancanza di approfondimento: Con un tempo limitato a disposizione, potrebbe essere difficile immergersi completamente nella cultura, storia e tradizioni di Bruxelles. Potrebbe essere necessario accontentarsi di una visione superficiale delle principali attrazioni turistiche senza avere l’opportunità di esplorare a fondo la città.
  • 3) Stress da viaggio: Se si pianifica un viaggio breve a Bruxelles, ci potrebbe essere la necessità di organizzare e pianificare tutto in modo molto preciso per ottimizzare il tempo disponibile. Questo potrebbe aumentare lo stress e il rischio di perdere alcune esperienze o di dover correre da un luogo all’altro senza potersi godere appieno la visita.

Per quanto tempo si consiglia di visitare Bruxelles e Bruges?

Per quanto riguarda la visita a Brugge/Bruges, il consiglio è di dedicare un’intera giornata per poter apprezzare appieno le bellezze di questa affascinante città belga. Tuttavia, per visitare Bruxelles, è consigliabile pianificare almeno due o tre giorni, considerando tutte le attrazioni che la capitale offre. Ovviamente, il tempo trascorso dipenderà anche dalle preferenze individuali e dalle mete che si vogliono visitare nella meravigliosa capitale belga.

Una visita a Brugge richiede un’intera giornata per godere appieno delle sue bellezze, mentre per Bruxelles sono necessari almeno due o tre giorni, a seconda delle preferenze individuali e delle mete da visitare. Considerate le numerose attrazioni che la capitale belga offre, è consigliabile pianificare con attenzione il tempo da dedicare a ciascuna meta.

Di quanti tempi hai bisogno per visitare Bruges?

Se hai in programma di visitare solo Bruges, non sarà necessario alzarti presto. Dovrai solamente essere al punto di ritrovo alle 10 del mattino e, dopo soltanto un’ora, sarai già arrivato a destinazione. Avrai quindi a disposizione circa 9 ore per esplorare le vie, le piazze e i ponti della città, un tempo sufficiente per scoprire l’essenza di Bruges.

La tua giornata a Bruges inizierà tranquillamente senza la necessità di alzarti presto. Basterà essere al punto di ritrovo alle 10 del mattino e in soli 60 minuti sarai già arrivato a destinazione. Potrai quindi goderti per circa 9 ore le bellezze di questa città, immergendoti nelle sue vie, piazze e ponti, e scoprendo tutto quello che rende Bruges unica.

Quante notti hai trascorso a Bruxelles?

La durata consigliata per un soggiorno a Bruxelles è di 2 giorni, secondo gli esperti. Tuttavia, se decidi di fermarti per 3 o più notti, ti suggeriamo di completare la tua visita a Bruxelles con escursioni alle splendide città di Bruges, Gand e Lovanio. Queste città, facilmente raggiungibili da Bruxelles, offrono una ricca storia, incantevoli paesaggi e un’esperienza unica che arricchirà ulteriormente il tuo viaggio in Belgio.

Che decidi di fermarti a Bruxelles per più di due notti, ti consigliamo di visitare anche le città di Bruges, Gand e Lovanio, facilmente raggiungibili dalla capitale belga. Queste destinazioni offrono storia, paesaggi incantevoli e un’esperienza unica per arricchire ulteriormente il tuo viaggio.

1) Bruxelles: un tour impeccabile in 3 giorni

Bruxelles è una vibrante città europea che offre una perfetta combinazione di storia, cultura e modernità. Un impeccabile tour di 3 giorni ti permetterà di scoprire i suoi tesori nascosti. Inizia la giornata ammirando il simbolo della città, il famoso Manneken Pis, e poi immergiti nella bellezza dell’architettura gotica della Grand Place. Gusta i deliziosi cioccolatini belgi, visita il Museo Magritte e anche il Parco del Cinquantenario. Non dimenticare di apprezzare la ricca cucina belga e di provare una vera birra artigianale. Bruxelles ti conquisterà in ogni angolo!

Che scopri e apprezzi la splendida architettura di Bruxelles, non dimenticare di assaporare i deliziosi cioccolatini belgi e di provare l’autentica birra artigianale che la città ha da offrire. E non perderti il Museo Magritte e il Parco del Cinquantenario mentre esplori questa vibrante città europea.

2) Esplorare Bruxelles: itinerario di 4 giorni tra cultura, arte e gastronomia

Quattro giorni a Bruxelles sono sufficienti per immergersi nella ricca cultura, nell’arte e nella deliziosa gastronomia della città. Durante il primo giorno, visita la famosa Grand Place e ammira l’architettura gotica della Cattedrale di San Michele. Il secondo giorno, dirigiti al Museo Magritte per ammirare le opere del famoso pittore belga. Nel terzo giorno, assapora la cucina tradizionale belga, tra cui le famose moules-frites e il cioccolato belga. Infine, il quarto giorno, esplora il quartiere europeo e visita il Parlamento Europeo. Bruxelles ti incanterà con la sua storia affascinante e la sua scena culinaria unica.

Nel frattempo, potrai goderti il piacere di passeggiare per i vicoli pittoreschi della città, scoprire i numerosi negozi di cioccolato artigianale e assaggiare i famosi waffle belgi. Il tuo soggiorno a Bruxelles sarà un’esperienza indimenticabile, ricca di cultura, arte e prelibatezze culinarie.

Il numero di giorni necessari per visitare Bruxelles dipende dalle preferenze individuali e dall’itinerario desiderato. Tuttavia, per poter esplorare le principali attrazioni e immergersi appieno nella cultura e nell’atmosfera della città, si consiglia di dedicare almeno 3-4 giorni. Questo permette di visitare i principali punti di interesse, come la Grand Place, il Manneken Pis, il Palazzo Reale e i musei d’arte, senza dover affrettarsi troppo. Inoltre, è possibile dedicare del tempo alla scoperta della deliziosa gastronomia belga, con la degustazione di waffle, cioccolatini e birre artigianali. Tuttavia, se si desidera esplorare maggiormente la cultura e la storia della capitale belga, potrebbe essere opportuno prolungare la visita a una settimana o più, in modo da poter esplorare anche i quartieri meno conosciuti e partecipare a eventi ed esposizioni temporanee. In definitiva, Bruxelles è una città affascinante e variegata che merita di essere visitata con il tempo necessario per apprezzarne appieno tutto il suo splendore.

Related Posts

Scopri Dublino in 48 ore: cosa vedere e fare nella città irlandese

Scopri Dublino in 48 ore: cosa vedere e fare nella città irlandese

Istanbul e Cappadocia: scopri quanto tempo ti occorre per una visita memorabile!

Istanbul e Cappadocia: scopri quanto tempo ti occorre per una visita memorabile!

bruxelles tour 5 giorni

5-Day Brussels Itinerary

Navigate forward to interact with the calendar and select a date. Press the question mark key to get the keyboard shortcuts for changing dates.

Navigate backward to interact with the calendar and select a date. Press the question mark key to get the keyboard shortcuts for changing dates.

  • Brussels in 5 days
  • 1-Day Brussels Itinerary
  • 2-Day Brussels Itinerary
  • 3-Day Brussels Itinerary
  • 4-Day Brussels Itinerary

bruxelles tour 5 giorni

Table of contents

Day 1: most popular attractions, day 2: center of town, day 3: proximity is everything, day 4: keep it simple, day 5: visit royal museum of the armed forces and military history, st michael and st gudula cathedral, brussels.

bruxelles tour 5 giorni

Grand-Place de Bruxelles

bruxelles tour 5 giorni

Musical Instruments Museum

Comics art museum, where to eat, ballekes (grand place), la roue d'or, l'arcadi.

bruxelles tour 5 giorni

Grand Place

Brussels town hall, jeanneke-pis, royal gallery of saint hubert, manneken pis, restaurant vincent, maison dandoy, ricotta & parmesan, pasta divina.

bruxelles tour 5 giorni

Royal Museums of Fine Arts of Belgium

Church of our lady of victories at the sablon, royal palace of brussels, museum of natural sciences, l’ami de claire fontaine, maison antoine.

bruxelles tour 5 giorni

Horta Museum

Law courts of brussels, mont des arts, royal puppet theater toone, art & history museum, parc du cinquantenaire, comptoir des galeries, tonton garby, le wine bar des marolles.

bruxelles tour 5 giorni

Royal Museum of the Armed Forces and Military History

Square ambiorix, musée magritte museum, het zinneke, au vieux saint martin, coco donuts sablon, capoue celtes.

bruxelles tour 5 giorni

Top searches in Brussels

Popular road trips from brussels, what's the weather like in brussels .

It depends on when you visit! We've compiled data from NASA on what the weather is like in Brussels for each month of the year: see the links below for more information.

  • Weather in Brussels in January
  • Weather in Brussels in February
  • Weather in Brussels in March
  • Weather in Brussels in April
  • Weather in Brussels in May
  • Weather in Brussels in June
  • Weather in Brussels in July
  • Weather in Brussels in August
  • Weather in Brussels in September
  • Weather in Brussels in October
  • Weather in Brussels in November
  • Weather in Brussels in December

All road trips from Brussels

  • Brussels to London drive
  • Brussels to Paris drive
  • Brussels to Amsterdam drive
  • Brussels to Rome drive
  • Brussels to Barcelona drive
  • Brussels to Berlin drive
  • Brussels to Prague drive
  • Brussels to Dublin drive
  • Brussels to Edinburgh drive
  • Brussels to Milan drive
  • Brussels to Madrid drive
  • Brussels to Florence drive
  • Brussels to Cologne drive
  • Brussels to Ranelagh drive
  • Brussels to Vienna drive
  • Brussels to Venice drive
  • Brussels to Budapest drive
  • Brussels to Munich drive
  • Brussels to Rotterdam drive
  • Brussels to Copenhagen drive
  • Brussels to Lisbon drive
  • Brussels to York drive
  • Brussels to Hamburg drive
  • Brussels to Turin drive
  • Brussels to Istanbul drive
  • Brussels to Brighton drive
  • Brussels to Liverpool drive
  • Brussels to Birmingham drive
  • Brussels to Bath drive
  • Brussels to Frankfurt drive

All related maps of Brussels

  • Map of Brussels
  • Map of London
  • Map of Paris
  • Map of Amsterdam
  • Map of Rome
  • Map of Barcelona
  • Map of Berlin
  • Map of Prague
  • Map of Dublin
  • Map of Edinburgh
  • Map of Milan
  • Map of Madrid
  • Map of Florence
  • Map of Cologne
  • Map of Ranelagh
  • Map of Vienna
  • Map of Venice
  • Map of Budapest
  • Map of Munich
  • Map of Rotterdam
  • Map of Copenhagen
  • Map of Lisbon
  • Map of York
  • Map of Hamburg
  • Map of Turin
  • Map of Istanbul
  • Map of Brighton
  • Map of Liverpool
  • Map of Birmingham
  • Map of Bath
  • Map of Frankfurt

Brussels throughout the year

  • Brussels in January
  • Brussels in February
  • Brussels in March
  • Brussels in April
  • Brussels in May
  • Brussels in June
  • Brussels in July
  • Brussels in August
  • Brussels in September
  • Brussels in October
  • Brussels in November
  • Brussels in December

Looking for other day-by-day itineraries in Brussels ?

Check out our other curated itineraries that are also filled with jam-packed days:

Day itineraries for nearby cities

  • 5-Day London Itinerary
  • 5-Day Paris Itinerary
  • 5-Day Barcelona Itinerary
  • 5-Day Prague Itinerary
  • 5-Day Istanbul Itinerary
  • 5-Day Berlin Itinerary
  • 5-Day Milan Itinerary
  • 5-Day Amsterdam Itinerary
  • 5-Day Budapest Itinerary
  • 5-Day Florence Itinerary
  • 5-Day Vienna Itinerary
  • 5-Day Venice Itinerary
  • 5-Day Edinburgh Itinerary
  • 5-Day Copenhagen Itinerary
  • 5-Day Liverpool Itinerary
  • 5-Day Birmingham Itinerary
  • 5-Day Cologne Itinerary
  • 5-Day Rotterdam Itinerary
  • 5-Day Bath Itinerary

bruxelles tour 5 giorni

  • Itinerary + map in one view
  • Live collaboration
  • Auto-import hotels and reservations
  • Optimize your route
  • Offline access on mobile
  • See time and distance between all your places

bruxelles tour 5 giorni

Your guide will be ready soon

Enter your email and we'll send it to you when it's done. It won't take long.

Creating your travel guide

This can take a minute or two...

Get better trip suggestions

Pick the airport you prefer to fly from.

  • Explore by country

bruxelles tour 5 giorni

5 Days of Fun in Brussels, Belgium!

discover the heart of europe in brussels.

22 April 2023

As a tourist in Brussels, you can explore the beautiful architecture and enjoy the delicious food and drinks. You can visit the famous Atomium, the Grand Place and take a tour of the European Parliament. Don't forget to try the famous Belgian waffles, chocolate and beer!

Travel plan

Bites, bikes, and beer.

  • Stay at the funky and eco-chic Meininger Hotel Brussels City Center
  • Rent bikes at CyCLO for a fun way to explore the city
  • Start the day off with a chocolate croissant and coffee at Pain Quotidien
  • Stop at the Grand Place for a photo op and a waffle from a street vendor
  • Visit the Atomium, a unique structure with panoramic views of the city
  • End the day with a pint of Belgian beer at Delirium Café, known for its vast selection of brews

Art, Antiques, and Architecture

  • Begin the day at the Royal Museums of Fine Arts for a glimpse into Belgian art
  • Stroll through the Sablon Antique Market for a chance to find unique treasures
  • Enjoy lunch at Fritland, known for its delicious fries with various sauces
  • Visit the Palace of Justice, one of the largest courthouses in the world
  • Check out the Magritte Museum for a surreal experience
  • End the day with a walk through the Parc du Cinquantenaire and its impressive arch

Chocolate, Comics, and Culture

  • Start the day with a chocolate workshop at Laurent Gerbaud for a sweet treat
  • Visit the Belgian Comic Strip Center to learn about Belgium's love of comics
  • Enjoy a leisurely lunch at Chez Léon, known for its Belgian mussels
  • Explore the Mont des Arts, a picturesque hill with a view of the city skyline
  • Check out the Royal Palace of Brussels for a taste of Belgian royalty
  • End the day with a theater or music performance at the historic Ancienne Belgique venue

Greenery, Gastronomy, and Grandeur

  • Begin the day with a walk through the Royal Greenhouses of Laeken, open only in spring
  • Enjoy lunch at Restaurant Bon-Bon for a Michelin-starred meal
  • Visit the Horta Museum to see the Art Nouveau style of Belgian architect Victor Horta
  • Stop at the Manneken Pis statue for a quirky photo op
  • Explore the Tournai Cathedral, a UNESCO World Heritage Site
  • End the day with a stroll through the Galeries Royales Saint-Hubert for some shopping

History, Beer, and Brunch

  • Start the day with a guided tour of the European Parliament building
  • Enjoy a Belgian-style brunch at Le Pain Quotidien, with fresh bread and jams
  • Visit the Museum of the City of Brussels to learn about the city's history
  • Stop at the Cantillon Brewery for a taste of traditional lambic beer
  • Explore the Sainte-Catherine district, known for its seafood restaurants
  • End the day with a farewell pint at one of Brussels' famous beer bars, such as Moeder Lambic or A La Mort Subite.

Outbound Fri, 23 Aug 2023

Return sun, 25 aug 2023, length of stay, type of trip, how to get there.

The best way to get to Brussels, Belgium by plane is to fly into Brussels Airport (BRU) which is located approximately 11km northeast of the city center. Many airlines offer flights to Brussels from major cities across the world.

Driving to Brussels is easily achievable as the city is well-connected by road. The E40 and E19 are major highways running close to Brussels, making it easy to approach the city from Antwerp or Ghent, and from France, respectively.

Taking the train to Brussels is a convenient option as Brussels is well-connected to many major European cities. Brussels Midi station is the main station in the city, with high-speed trains arriving from London, Paris, Amsterdam and Cologne amongst others.

Unfortunately, Brussels is not accessible by boat as it is not located near any major waterways. The closest water connection is the Port of Antwerp which is approximately 50km north of Brussels.

There are many bus companies offering connections to Brussels, making it an affordable option. Eurolines, Flixbus and Ouibus all offer affordable connections to Brussels from various European cities.

Destination

bruxelles tour 5 giorni

If you love waffles, chocolate, and beer, then Brussels is the place for you! Just don't try to combine all three at once, unless you're feeling adventurous.

Number of days

More travel plans, romantic rendezvous in brussels.

A romantic trip to Brussels, Belgium promises a mix of historic charm and modern energy. Couples can explore the picturesque old town, sample delicious Belgian chocolates, waffles and beers, and bask in the city's vibrant art and culture scene. The scenic parks and gardens, including the famous Grand-Place and the iconic Atomium, offer plenty of moments for intimacy and romance.

Brussels: A Cosy 3-Day Romantic Getaway

Brussels, the capital city of Belgium, offers an ideal backdrop for a romantic trip, with its quaint cobbled streets, scenic canals and charming architecture. Take a stroll through Grand Place, considered one of the most beautiful medieval squares in Europe, and visit the Manneken Pis, a symbol of the city. Indulge in the local cuisine, including waffles, chocolates and beer, and end your day with a romantic dinner at one of the many candlelit restaurants that Brussels has to offer.

bruxelles tour 5 giorni

Waffle Delights & Surreal Sights in Brussels

A trip to Brussels, Belgium as a tourist offers a wide range of diverse experiences. Visitors can explore the city's historic landmarks, such as the Grand Place and Atomium, while also indulging in the local cuisine, including waffles and chocolate. Additionally, the city's lively nightlife scene and numerous beer bars make for a memorable evening out.

bruxelles tour 5 giorni

Weekend Wanderlust: A Romantic Trip to Brussels

A romantic trip to Brussels is the perfect chance to explore one of Europe's most beautiful and historic cities. With its stunning architecture, vibrant culture, and rich history, Brussels is an ideal destination for couples looking to indulge in fine dining, delicious chocolates, and romantic strolls. From the elegant Grand Palace to the charming cobbled squares and charming cafes, Brussels has everything you need for an unforgettable romantic vacation.

THE FLASHPACKER

  • Liechtenstein
  • Netherlands
  • Switzerland
  • Solo Location Guides
  • Solo Travel Advice
  • Solo Inspiration
  • Luxury travel

BELGIUM , DESTINATIONS , EUROPE

A perfect day in brussels: itinerary & self-guided walking tour.

Belgium’s capital is not just about beer, waffles and chocolate. But that’s not a bad start.

By spending just one day in Brussels you will be able to soak up its UNESCO-listed architecture and the vitality for which this cosmopolitan city is famous. Make every minute count with this 1-day Brussels itinerary which includes the very best things to do in the so-called capital of Europe.

To help you along your way, I’ve included a map with directions which you can use as a Brussels self-guided walking tour. Brussels is known as Brussel in Flemish; the city is known as Bruxelles in French.

view of gothic buildings of brussels grand place seen through an arch

Some articles on this website contain affiliate links. This means that I may earn a small commission if you make a purchase through these links. As an Amazon Associate, I earn from qualifying purchases . Read the full disclosure here .

IN THIS ARTICLE

Is One Day in Brussels Enough?

One day in Brussels is enough time to hit its highlights. These are scattered across a relatively small area and are clearly signposted. This is a walkable city.

However, if you are interested in visiting the city’s museums or the Atomium, or want to explore its famous Art Nouveau architecture, I recommend spending two or three days here.

Brussels is one of the best bases from which to explore Belgium by train.

1-Day Brussels Itinerary (Map + Self-Guided Walking Tour)

Whether you are visiting Brussels on a day trip or staying overnight, this itinerary will give you the jump start that you need. Simply tweak it according to your interests and available time.

To help you on your way, I have custom-made a map of the route that this Brussels itinerary follows. It covers a distance of three miles and includes stops for you to sample the food and drink for which this city is known.

Think of this as a free Brussels self-guided walking tour . For an interactive map with walking directions, or to send to your phone, click here or on the image.

map of the best things to see in Brussels in one day

BREAKFAST AT CHARLI

Start your day in Brussels with a tasty breakfast at Charli . This excellent bakery has a few seats to linger over your brioche and coffee and is inexpensive.

Address : Rue Sainte-Catherine 34

MANNEKIN PIS

Begin your Brussels sightseeing tour with the city’s mascot but manage your expectations.

Protected by a wrought-iron fence, this is a teeny weeny statue of a pissing urchin in a sort of shrine. Many origin tales and myths swirl around this little fella, but the most popular one posits that he was cast in the 17 th Century to embody the irreverent spirit of the city.

statue of urinating urchin

Address: Rue de l’Etuve 31

THE GRAND PLACE

This UNESCO World Heritage site is one of Europe’s most magnificent squares. The Grand Place was the hub of commercial life in the emerging city from the 12 th Century and became Brussels’ civil and political centre from the 15 th Century.

detailed sculpture of figures on a pillar with gable roof buildings in background

But what are those magnificent buildings lining the Grand Place?

With its 96m spire rising above the Grand Place like an exclamation mark, the Hôtel de Ville dominates the square. Much of the north side of the Grand Place is occupied by the 19 th Century Maison de Roi.

gothic building in brussels grand place with soaring tower

The west side of the plaza is home to the city’s gable-roofed guildhouses . On the eastern side of the Grand Place, the existing guildhouses have been subsumed into one façade.

BELGIAN WAFFLES AT AUX GAUFRES DE BRUXELLES

Are you ready for the best waffle of your life? Then grab a pavement table at Aux Gaufres De Bruxelles.

I recommend the Belgian waffle with strawberries, whipped cream and chocolate.

waffle covered in strawberries whipped cream and chocolate

Address: Rue Marché aux Herbes 113

What about the Bourse?

La Bourse (Brussels Stock Exchange) frequently pops up on lists of things to see in Brussels. However, it has been undergoing renovation since 2020 and was shrouded in scaffolding when I visited in 2023. There are plans for it to reopen as a museum of Belgian beer.

MONT DES ARTS

Mont des Arts links the Lower Town and Upper Town of Brussels.

daffodills

Literally meaning Hill of the Arts after a planned art museum that was never built, an imposing equestrian statue of King Albert I graces its lower end. From here, a landscaped garden and stone staircase lead to a terrace in the Upper Town.

Linger here for a few minutes to take in the views.

CATHEDRAL OF ST. MICHAEL AND ST. GUDULA

Known simply as St. Gudula by locals, this magnificent Gothic cathedral is dedicated jointly to St. Michael the Archangel and St. Gudula. Begun in 1215, this place of worship was 300 years in the making.

It’s safe to say that it is more striking on the outside than on the inside. However, it is worth venturing inside to take a peek at the wonderful stained glass windows and its elaborate carved oak pulpit. This depicts the expulsion of Adam and Eve from the Garden of Eden as the Virgin Mary and some cherubs helpfully stamp on the head of a serpent dragon.

Entrance is free.

exterior of gothic cathedral with 2 towers

ROYAL PALACE OF BRUSSELS

The large but uninspiring Royal Palace is the official residence of the Belgian royal family. At its core, the Palais Royal is a clumsy conversion of 18 th Century townhouses.

vast facade of palace building fronted by small landscaped garden

If you are visiting Brussels between July and September, you will be able to see inside the palace (entry is free). If you are not in town during these months, by all accounts you are not missing much.

COUNDENBERG PALACE

Concealed beneath the 18 th Century Hôtel Bellevue are the remains of the Coudenberg Palace .

Staring life as a fortified castle in the Middle Ages, it kept a careful watch over Brussels from Coudenberg Hill. Over 600 years it was transformed into one of the most beautiful palaces in Europe. 

After a devastating fire in 173, it lay forgotten underground. The charred ruins of the palace were pulled down and the ground levelled for the construction of the new royal district.

Today, the remains of the Palais du Coudenberg have been extensively excavated and can be reached from the Musée BELvue.

PLACE DU PETIT SABLON

The small but perfectly formed Place du Petit Sablon is a delightful refuge from the busy city. Formerly a horse market, it was laid out as a public garden in 1890.

landscaped garden square

Take a closer look at the wrought-iron balustrade surrounding the garden. This is embellished with 48 bronze statuettes that represent the medieval guilds.

At the rear of the park, there are ten statues, illustrating life in 16th Century Belgium through its scholars and humanists (most of these will not be familiar to most people).

CHURCH OF THE BLESSED LADY OF SABLON

gothic church and a small landscaped garden

Also known as the Church of Our Lady of Victories at the Sablon or Notre Dame du Sablon, this 15 th Century church began life as a chapel for the guild of archers in 1304. However, its fortunes changed for the better in 1348 when a statue of Mary, said to possess healing powers, was brought from Antwerp. This humble chapel became a pilgrimage centre and was transformed into a proper church to accommodate its visitors.

And that statue of Mary? The Protestants chopped it up for firewood in 1565 but two carvings of a boat with passengers and its sacred cargo tell its story.

ROYAL GALLERY OF SAINT HUBERT (GALERIES ROYALES SAINT-HUBERT)

I’m not a big shopaholic but not even I would skip the Royal Gallery of Saint Hubert.

wrought iron and glass domed roof of shopping gallery

Featuring magnificent glass-vaulted galleries – du Rio, de la Reine and des Princes – this has to be one of Europe’s finest indoor shopping arcades. Dating from 1847, it is certainly one of the first.

It’s a lovely place to stop for a coffee or a Belgian beer.

DINNER ON RUE DES BOUCHERS

But perhaps it’s time for something a little more substantial. If that’s the case, then you are in luck.

Rues de Bouchers, which slices the Hubert Galleries in two, is Brussels’ best-known restaurant ghetto. The touristy restaurants are a little hit-and-miss but I had a very good meal at Aux Armes de Bruxelles , which had been recommended by my hotel.

When is the Best Time to Visit Brussels?

The best time to visit Brussels is between March and May, and in September and October. Accommodation will be cheaper and there is less chance of rain.   Visit Brussels in summer and you can look forward to warmer days and nights and more festivals. But you can also expect a lot more visitors.   Although winter in Belgium can be grey and dreary, the twinkling lights and mulled wine of Brussels’ Christmas markets will lift your spirits. 

How to Get to Brussels

Brussels not only has an international airport, but it is also a terminus for Eurostar trains from London. This means that Brussels is an excellent day trip from London .

Thanks to its excellent train connections, Brussels is hard to beat as a base for a Belgium vacation.

Getting to Brussels by train

If it is your first time in Brussels, its train stations can be confusing.

Brussels Midi / Brussels Sud /  Zuidstation

This gloomy station in a gloomy part of town is the main international hub, including that for Eurostar trains. To be avoided whenever possible.

Brussels Centrale / Gare Central / Brussel Centraal

As its name suggests, this is the most central of the city’s stations. This is not a place where you would like to linger but it is convenient.

Brussels Nord / Gare du Nord / Noordstation

Although many trains will pass through here, it’s unlikely that you will use this station as a departure point.

Getting to Brussels by air

Most flights to Belgium’s capital land at Brussels International Airport, 14 km northeast of the city centre. From here, regular trains run to the city’s three main railway stations.

Budget airlines may land at Brussels-Charleroi airport, located 50 km south of the city centre. From here, there is a shuttle bus service to the city centre.

How to Get Around Brussels

If you stick with this Brussels itinerary, you shouldn’t need to use public transport. Many of its main attractions are scattered over a relatively compact area and are reachable on foot.

However, the user-friendly network of trams, buses and metro lines might be useful if you are staying out of the city centre or if you are visiting attractions further afield.

There is also the inevitable hop-on-hop-off (HOHO) bus service.

>>> CLICK HERE TO BUY YOUR HOHO BUS TICKET

Where to Stay in Brussels

Although you can visit Brussels on a day trip, I recommend booking a hotel for at least one night. This will allow you to make the most of your day and enjoy the city’s bars and restaurants in the evening when the day-trippers have departed.

Here are my recommendations:

Splurge : Hotel Le Dixseptième

I stayed at this elegant boutique hotel in the heart of the city centre. It was a remarkably peaceful refuge, considering its location, with stellar service.

hotel room with bed with white linen

>>> CLICK HERE TO BOOK A ROOM 

Mid-range : B&B Villa 36

This small 3-star guesthouse close to Brussels City Hall has attracted fabulous reviews. Breakfast is included in the room rates.

If You Have More Than One Day in Brussels

Here are a few suggestions if you are in Brussels for two days or more.

CHOCO-STORY

Belgium is a chocoholic’s dream destination and Brussels is the birthplace of this long tradition. Visit Choco-Story to learn more about the cultivation, production and marketing of chocolate.

man dressed in white chefs hat making chocolate

I visited Choco-Story as part of a mission to discover the best chocolate in Bruges and loved the interactive experience, not to mention the free samples.

Address : Rue de l’Etuve 41

>>> CLICK HERE TO BUY YOUR TICKET

Or perhaps you fancy being a little more hands-on? If so, why not join a chocolate-making workshop . Find out more here .

FONDATION BREL

This small museum close to the Grand Place celebrates the life and times of the famous gravelly-voiced Belgian singer Jacques Brel.

On the recommendation of travellers I met when visiting Ghent , I rented the museum’s excellent Jacques Brel walking tour.

Address: Place de la Vieille Halle aux Blés 11

VICTOR HORTA MUSEUM

Brussels is famous for its Art Nouveau architecture. This museum is housed in the former residence and studio of Victor Horta, one of the movement’s leading lights. Reservations are required.

Address: Rue Américaine 27

MUSICAL INSTRUMENTS MUSEUM

Belgium’s Musical Instruments Museum is partly housed in another of Brussels’ landmark Art Nouveau buildings. Over a thousand historical and modern musical instruments are displayed in four galleries, making it one of the largest collections of its kind in the world.

Address: Rue Montagne de la Cour 2

COMICS ART MUSEUM BRUSSELS (BELGIAN COMIC STRIP CENTER)

The Belgians love their comics and some of the finest examples of this art form are on display in the Comics Art Museum , housed in another Art Nouveau building designed by Victor Horta.

Address: Rue des Sables 20

COMIC STRIP WALK

street art of boy elephant and other animals on a wall in brussels

Brussels has street art with a theme. Since the early 90s, characters and authors of the Franco-Belgian comics have decorated walls in the city centre and Laeken district.

Download your comic strip walk map here .

OLD MASTERS MUSEUM

If your artistic tastes veer more towards the traditional, spend a few hours exploring the works of Flemish artists at the Old Masters Museum .

Address: Rue de la Régence 3

MAGRITTE MUSEUM

This was one of the places that I wanted to visit in Brussels but I ran out of time. It is located in Magritte’s former home and is reportedly a Surrealist extravaganza.

Address : Pl. Royale 1

THE ATOMIUM

This famous Brussels landmark, located in the northern part of the city, represents a molecule blown up 165 million times. The Atomium was built for the World Fair in 1958 and although it never became the symbol of the city as intended, it is reportedly an enjoyable excursion.

Address: Pl. de l’Atomium 1

MINI-EUROPE

Located at the foot of the Atomium, Mini-Europe displays reproductions of monuments from around 80 European cities.

Address: Av. du Football 1

Is Brussels Safe for Solo Travellers?

The priority for female solo travellers is  staying safe when travelling alone . Brussels is a relatively small city and its tourist area felt relaxed with locals and visitors enjoying its attractions, bars and restaurants.

There is a but though. As in many cities, petty crime, including pickpocketing, is not unusual and I found Brussels Centrale station to be unpleasant after dark.

In recent years, there has also been the threat of terrorist attacks.

As ever, a little bit of common sense goes a long way. Although Brussels has a low crime rate, remain vigilant. Keep your belongings close to you and use your hotel safe to store valuables.

Ready to spend a day in Brussels?

Well, that’s a wrap! I hope that you have a wonderful day in Bruxelles.

If you have found this itinerary helpful and are planning further travel in Belgium, take a peek at my other guides (I suggest starting with this 1-week Belgium itinerary ).

Gorgeous Ghent is another terrific base for exploring the country by train. Belgium is synonymous with chocolate and Bruges is a honeypot for chocoholics .

Consider some of its lesser-touristed gems, such as Mechelen . I love Leuven , which is home to the oldest botanical garden in Belgium . Spend a day in Hasselt to sip gin at the Jenniver Museum or chase cherry blossom in Japanse Tuin Hasselt .

Happy travels!

bridget coleman the flashpacker 2

About Bridget

Bridget Coleman has been a passionate traveller for more than 30 years. She has visited 70+ countries, most as a solo traveller.

Articles on this site reflect her first-hand experiences.

To get in touch, email her at [email protected] or follow her on social media.

Kate Abroad

The Ultimate Belgium Itinerary for 5 Days or 7 Days

Belgium is possibly my favourite place to visit in Europe and it’s super accessible, being small enough to see well with only a few days or a week. This post has two Belgium itinerary options that hit the highlights of the country. There is the main 5 days option for those short on time and the full week itinerary which is what I did.

Belgium is a bit of a hidden gem with fewer crowds than neighbouring France. It’s also easier to do on a budget with lots of great hostels that aren’t too expensive. You can find more budget travel tips and recommendations in my Belgium backpacking guide .

5 day Belgium itinerary

Here’s the basic run down of where to go and how long to stay, keep reading for what to do when you get there.

2 days in Brussels

2 days in bruges, 1 day in ghent.

Travel times and costs are at the end.

Brussels is the Belgian capital, the European capital and most importantly in my mind, the chocolate capital.  It’s definitely where you’ll find the most tourists in Belgium but all you need to do is walk a few blocks from the main square and you’ll find awesome hidden laneways and local cafes.

Here are some things to know before visiting Brussels .

Things to do

The top attraction in Brussels is a statue of a small boy taking a piss into a fountain. Weird? Yes, but the Mannekin Pis is iconic. 

mannekin pis brussels

There are plenty of more substantive activities in Brussels too. I found a tour of the European Parliament fascinating, although if you weren’t a politics major you might not be as keen.

On the main square, there is the Grand Palace which is a bit like a mini-Versailles and super impressive for its size. Absolutely spend some time there. 

brussels Belgium

The royal family don’t currently live in the Grand Palace instead, their official home is the Royal Palace which is open for tours as well but only during summer. The Royal Palace looks even more impressive and is fronted by gardens which you can explore on a walk.

When in Belgium it’s almost mandatory to overindulge in Belgian chocolate and the Brussels city layout makes it super easy as the main square is lined with cholate stores and so is nearly every street running off it.

You can’t really go wrong so just wander into a few stores that smell good and grab some pralines to go. Otherwise, you can book one of the many chocolate tours .

If you run out of inspiration for your 2 days in Brussels, consider a day trip from Brussals by train .

Where to stay in Brussels

Brussels can be a bit tricky to find the right balance of accommodation in as you want to be close to the old town centre but not actually inside as it gets crowded and very touristy. Your best bet is closer to the Royal Palace area.

  • Hostel – Sleep Well Brussels is in the perfect spot on the fringe of the old centre with free walking tours on offer
  • Mid-range hotel – EasyHotel is the Easy Jet of hotels, cheap, convenient and does the job
  • Top hotel – Radisson Collection Grand Place is recently renovated with an awesome restaurant on site

The historic centre of Bruges is itself a UNESCO World Heritage site. It’s a quietly pretty place, full of cobblestoned streets and canals that have earnt the town the name ‘Venice of the North’. Bruges is a small town and it’s the kind of place where you want to slow down and take your time exploring. 

The centrepiece is the Bruges Markt, the main square, which faces the Belfry of Bruges tower. For a couple of euros, you can climb up the Belfry tower and get great views of the town. If you don’t love heights, then grab a table in the square, drink some coffee and while away an afternoon.

view of bruges square from the belfry

In terms of attractions, there is everything from churches and museums to some very cute old windmills. I’d suggest picking two or three to do each day you’re there.

Bruges has some quite quirky museums that are a bit of fun to explore and give you a break from paintings. If you have a stronger stomach, try the Torture Museum, it’s medieval in the worst way. 

Then there’s the very Belgian museum of fries or Frietmuseum and the aspirational diamonds museum (Diamantmuseum).

Finally, as it’s the Venice of the North, a canal tour is a must in Bruges. It’s the most peaceful way to see the town and you might even have some of the local swans join your tour. There are 5 landing spots in the town centre where you can jump on a boat.

bruges canal Belgium

Where to stay in Bruges

You can stay anywhere within the old city walls as it’s all within walking distance. Top picks are:

  • Hostel – St Christopher’s Inn Bauhaus is the friendliest hostel I’ve ever stayed in and it has a pub downstairs
  • Mid-range hotel – Hotel du Theatre is only 250m from Bruges’ main square and while small, it’s very budget-friendly and well-kitted out
  • Top hotel – The medieval Duke’s Palace has been converted to a luxury hotel and staying there is a once-in-a-lifetime experience not to be missed

Ghent is the most beautiful town in Belgium in my mind. It’s centred around the Lys/Leie river and is full of stunning gothic buildings with plenty of spires and gargoyles.

The region that Ghent is in is Flanders and the dukes and counts of Flanders were very powerful back in medieval times. You can visit their fortress, Gravensteen (meaning Castle of the Counts) in Ghent and see how the knights once lived.

The audio tour there is particularly good for telling you all about how the castle’s inhabitants used to live in a not boring way as it’s voiced by a local comedian. There are also great views of the town from the fortress walls. Tickets (which include the audio guide) cost 12 euros for adults or 7 Euros for youth.

gravensteen castle Ghent Belgium itinerary

The riverside area is Ghent’s food and drink hotspot, with lots of restaurants and beer gardens with outdoor seating. You can wander along the river walk or settle in and enjoy people-watching.

Like most European cities, Ghent also has an incredible church. Saint Nicholas’s church in the main square is over 800 years old and absolutely stunning. The church also acts as a gallery with several large panel paintings inside.

painting in Ghent cathedral

Where to stay in Ghent

I would suggest staying on the opposite side of the river to the main attractions so that you can get off the tourist drag, see a bit more of the city and pay a bit less. However, aiming to be within 2 or 3 blocks of the river is ideal so that you don’t need to bother with taxis.

  • Hostel – Hostel Uppelink , this cosy hostel is right on the river with the best views just outside the front door.
  • Mid-range hotel – Novatel Gent Centrum is another chain option that’s more on the budget frindly side and close to the action
  • Top hotel – Pillows Grand Boutique Hotel will make you feel like you’re living in the lap of luxury with it’s belnd of historic building and modern facilities

7 days in Belgium itinerary

To extend the Belgium trip out to a one week itinerary, add an extra day in Ghent and a day in Antwerp. Here’s what that 7 day Belgium itinerary looks like:

  • 2 days Brussels
  • 2 days Bruges
  • 2 days Ghent
  • 1 day Antwerp

Day 2 in Ghent

For the extra day in Ghent, you could sign up for a beer tour to try Belgium’s most famous product. I’m not a big beer drinker but it’s hard to avoid in Belgium and you’ve got to appreciate how much the Belgians love their beer. There are some fairly cheap options like this one on Viator or this one on Get Your Guide.

Alternatively, there are plenty more, castles, churches and abbeys to explore like the curiously named Gerald the Devil Castle and St Bavo’s Abbey.

For something a bit different, you can visit Ghent’s Graffiti Street and check out some of the other street art in the town, much of which is inspired by historic painters. There is a map of all the art locations  here .

Ghent bridge Belgium

1 Day in Antwerp

Antwerp is Belgium’s second-biggest city and a historic centre of trade dating and the diamond industry. 

To be totally honest, Antwerp was my least favourite spot in Belgium but that was mostly because a big chunk of the city, including the street I was staying on, was under construction. Since most of this has now been completed it should be a lot easier to get around and less noisy and messy. 

Antwerp has the big city feel of Brussels but with more of a commercial feel than the political centre that Brussels is. If you want to do some shopping in Belgium, then Antwerp is definitely the place to go, specifically the Stadsfeestzaal Shopping Centre.

bruxelles tour 5 giorni

Other than retail therapy, Antwerp has lots of historic and cultural attractions. The top two I would suggest prioritising for one day there are the Cathedral and Rubenshuis.

The Cathedral of Our Lady of Antwerp

The Cathedral of Our Lady also called De Kathedraal, is found in the centre of Handschoenmarkt (Glove Market), a square in the Historic Centre of Antwerp. This stunning Gothic building was completed in 1521, after nearly 170 years of construction and the belfry is a UNESCO world heritage site. 

The Cathedral is open for visitors every day and entry costs 8 Euros for adults. Children can enter for free. In true Belgian style, the Cathedral has an attached bistro where you can try the Cathedral beer, which comes in blonde and dark varieties.

Rubens House

Rubens House or Rubenshuis is the former home of Dutch painter Peter Paul Rubens. Rubens is one of the most famous European artists and was highly influential in the Baroque painting movement. His works are often quite dark and include lots of portraits. You can see some of his paintings at the house, which has been restored into a small museum in honour of the artist.

Rubens House is open from Tuesday to Sunday: 10 am –5 pm and entry is 8 euros per person.

Where to stay in Antwerp

I recommend staying as close as possible to the historic centre of Antwerp as that’s where most of the attractions are and it’s walking distance from the main train station. Some good options are:

  • Hostel – The Ash has easily the best location of all the Antwerp hostels although the vibe is a bit average
  • Mid-range hotel – Hampton by Hilton is a reliable chain hotel that’s convenient to the station and the centre city
  • Top hotel – Hotel FRANQ is a boutique hotel with stunning modern decor super close to the central city

Getting around Belgium

The easiest way to get around Belgium using these itineraries is via trains. The train system in Belgium is great, there are intercity and international trains running super frequently and the stations are generally very close to the town centres. The exception is Bruges where you’ll need to grab a taxi or local bus to get to/from the train station.

The train fares within Belgium are cheap and you can get youth discounts if you’re under 26. However, as soon as you get on an international connection the prices shoot up.  

For this trip, I just bought tickets at each station as I went. You definitely didn’t need to book in advance or show up early as trains run so often.

Multi-trip tickets are available, but they don’t make financial sense if you’re just doing this itinerary. If you are planning to stay longer, the multi-trip tickets get you 10 trips within Belgium for a fixed price of 55 Euro for youth or 87 Euro for adults. 

Travel times and costs 

Costs are based on second-class travel and may change from when I’m writing this.

Happy travelling!

Similar Posts

1 Day in Madrid Itinerary + Travel Guide for 2024

1 Day in Madrid Itinerary + Travel Guide for 2024

Are you looking for a complete one day Madrid itinerary? I have you covered with this guide to things to do in Madrid in one day plus the best places…

Essential Iceland Solo Travel Guide (2024)

Essential Iceland Solo Travel Guide (2024)

If you’re planning a solo trip to Iceland and wondering what you need to know before you arrive then this Iceland solo travel guide has you covered! Solo travel in…

The best Iceland day trips from Reykjavik

The best Iceland day trips from Reykjavik

Day tours are by far the easiest way to see Iceland. You can get picked up from Reykjavik, the capital city, and whisked away to the South Coast or Golden…

15 Best Places to Visit in Germany in Summer 2024

15 Best Places to Visit in Germany in Summer 2024

Planning a Germany summer vacation and wondering where to go? Here are 12 of the best places to visit in Germany in summer to add to your itinerary. While the…

11 Super Cool Things to Do in Torremolinos in 2024

11 Super Cool Things to Do in Torremolinos in 2024

If you’re planning a holiday on the Costa del Sol, you might be wondering, are there things to do in Torremolinos besides the beach? The answer is absolutely yes! This…

Essential Guide to Iceland in winter: travel tips + itinerary for 2024

Essential Guide to Iceland in winter: travel tips + itinerary for 2024

Is it a good idea to travel Iceland in winter? This is the question many people asked me when I proudly announced I’d be travelling to the near-arctic in early…

Travel Circle

Cosa vedere e fare bruxelles in 5 giorni

Cosa vedere e fare bruxelles in 5 giorni

Inicio » Luoghi » Cosa vedere e fare bruxelles in 5 giorni

Bruxelles, la capitale del Belgio, è una città affascinante ricca di storia, cultura e incredibile architettura. Con i suoi numerosi musei, parchi e luoghi storici, Bruxelles offre una varietà di attività interessanti per i visitatori. In questo articolo, ti guiderò attraverso i migliori luoghi da visitare e le migliori cose da fare a Bruxelles in 5 giorni.

Indice dei contenuti

Grand Place

Parco del cinquantenario, palazzo reale di bruxelles, assaggiare il cioccolato belga, esplorare il quartiere europeo, provare i famosi waffle belgi, visita il museo magritte, i migliori siti da visitare a bruxelles.

La Grand Place è la piazza principale di Bruxelles ed è considerata una delle più belle piazze del mondo. Con la sua architettura gotica e barocca, è un luogo imperdibile durante la visita a Bruxelles. Ammira i magnifici edifici storici circostanti, come l’Hotel de Ville (Municipio) e la Maison du Roi (Casa del Re).

L’Atomium è un’icona di Bruxelles, costruita per l’Esposizione Universale del 1958. Questa struttura futuristica rappresenta un cristallo di ferro ingrandito ed è un simbolo di progresso e innovazione. Salite all’osservatorio per godere di una vista panoramica mozzafiato sulla città.

Questo bellissimo parco è perfetto per una passeggiata rilassante. Qui potrai ammirare l’Arco di Trionfo, visitare il Museo dell’Automobile e il Museo dell’Esercito. Il parco è ideale per una pausa dalla frenesia della città.

Visita il Palazzo Reale, la residenza ufficiale del Re del Belgio. Ammira gli splendidi interni e scopri la storia della monarchia belga. Non dimenticare di esplorare anche i magnifici giardini circostanti.

Le migliori cose da fare a Bruxelles

Bruxelles è famosa per il suo cioccolato prelibato. Non perderti l’opportunità di assaggiare deliziosi cioccolatini artigianali nelle numerose cioccolaterie della città. Goditi una degustazione di cioccolato e scopri perché il cioccolato belga è considerato uno dei migliori al mondo.

Bruxelles ospita molte istituzioni europee, tra cui il Parlamento Europeo e la Commissione Europea. Fai una passeggiata nel quartiere europeo e ammira gli edifici moderni e le opere d’arte pubbliche che rappresentano l’unità dell’Europa.

I waffle belgi sono una delizia assoluta. Trova un chiosco che vende waffle appena sfornati, aggiungi una generosa dose di cioccolato fuso e gustati questa prelibatezza locale.

René Magritte è uno dei più grandi pittori surrealisti del mondo. Esplora il Museo Magritte e ammira le sue opere iconiche. Lasciati affascinare dal suo stile unico e scopri il significato nascosto dietro i suoi dipinti.

Durante il mio viaggio a Bruxelles, sono rimasto affascinato dalla bellezza della Grand Place e dalla vista panoramica dall’Atomium. Ho apprezzato anche il tempo trascorso nel Parco del Cinquantenario, immerso nella tranquillità della natura. Non posso dimenticare il piacere di assaggiare il cioccolato belga e i waffle appena sfornati. Tuttavia, alcune attrazioni turistiche erano affollate, quindi consiglio di pianificare la visita in anticipo per evitare lunghe code.

Articoli correlati:

Cosa vedere e fare bruxelles 2 giorni

Deja un comentario Cancelar la respuesta

Guarda mi nombre, correo electrónico y web en este navegador para la próxima vez que comente.

Cosa vedere e fare poznan

Cosa vedere e fare poznan

Cosa vedere e fare potsdamer platz

Cosa vedere e fare potsdamer platz

Cosa vedere e fare potsdam in un giorno

Cosa vedere e fare potsdam in un giorno

Cosa vedere e fare potsdam germania

Cosa vedere e fare potsdam germania

Cosa vedere e fare potsdam

Cosa vedere e fare potsdam

Cosa vedere e fare potosi

Cosa vedere e fare potosi

bruxelles tour 5 giorni

© TRAVEL CIRCLE 2024

bruxelles tour 5 giorni

Our offer of activities

bruxelles tour 5 giorni

Free Tour Brussels

bruxelles tour 5 giorni

Day Trip to Bruges

bruxelles tour 5 giorni

Day Trip to Antwerp and Ghent with the Atomium

bruxelles tour 5 giorni

Day Trip to Bruges and Ghent

bruxelles tour 5 giorni

Day Trip to Amsterdam from Brussels

bruxelles tour 5 giorni

Day Trip to Ghent

bruxelles tour 5 giorni

Day Trip to Luxembourg

bruxelles tour 5 giorni

Free Tour European Quarters Brussels

bruxelles tour 5 giorni

Brussels Beer Tasting Tour

bruxelles tour 5 giorni

Private Tour Brussels

bruxelles tour 5 giorni

Day Trip to Antwerp & Machelen + Atomium

Two Days in Brussels

Two Days in Brussels

If you are short on time and want to see all the unmissable sights in the Belgian capital, take a look at our itinerary planned to visit Brussels in a weekend .

Planning a quick visit to Brussels? Check out our two-day itinerary of Brussels packed with the best things to see and do in the city, so you make the most of your visit. The itinerary is planned for a weekend, arriving on Friday afternoon and leaving on Sunday evening.

If you would like to do this same itinerary another day of the week, make sure to check out the opening hours of the museums and top attractions before your visit, as these often change between weekdays and weekends.

You probably won’t have time to visit any monuments  or museums  on the same day you get to Brussels, since it will probably be late by the time you leave your luggage in your hotel (especially if you land in Charleroi Airport), but you’ll have enough time to go for a walk and see some of the most beautiful parts of the city centre.

The starting point of your stroll around Brussels is the Grand Place , the city’s main square and the most popular part of Brussels. Here you will see striking neo-classical buildings like the Town Hall or La Maison du Roi. Take the street on the right of the bar Roi d’Espagne, called Rue au Beurre (Boterstraat in Dutch, all streets are written in French and Dutch) and you will get to St Nicholas Church, a pretty neo-classical construction. Continue straight and you will get to the emblematic neo-classical building of La Bourse (The Brussels Stock Exchange).

By now you will probably be starving, so turn back towards the Grand Place and take the rue Chair et Pain until you get to rue des Bouchers where you can have a delicious traditional Belgian dish on this street full of restaurants and with a lively atmosphere . You will see that all the menus are similar and include the star-dish of Brussels, the Moules-frites (mussels and chips).

By the time you finish dinner it will probably be a little late to continue the sightseeing tour, so you can either call it a night or enjoy a good Belgian beer in any nearby bar.

To make the most of your first day, we recommend getting up early and heading out as soon as possible (between 9 am and 10 am). Head to the closest metro (tube or subway) and get off at " Schuman " stop. This metro station will lead you directly into the heart of the European Quarter , where you can go for a walk and discover the European Commission and the European Parliament. Afterwards, turn towards the Cinquantenaire to visit Autoworld , one of the best car collections in the world.

When you leave Autoworld, take the exit towards the rear part of the building and take the metro “ Merode ” to get to “ Parc ”, which is located directly in front of the Parc de Bruxelles (Brussels Park) . This park is the liveliest in Brussels and a great place to have a rest or a stroll around. The green space is bounded by the Royal Palace of Brussels and on the opposite has been the headquarters of the Belgian Federal Parliament since 1830.

If you leave the park from where you entered, walk down the rue des Colonies until you get to the Brussels Cathedral , one of the most beautiful temples in the city.

Go back to the Parc de Bruxelles and continue to the right until you get to Place Royale , and there, turn right in the first street to visit the Musical Instruments Museum , a pleasure for the senses. When you leave the Museum, turn right and continue down the same pavement until you get to the imposing Ravenstein Hotel.

If you turn back towards la Place Royale you will come across the beautiful façade of the Église St-Jacques-sur-Coudenberg, and nearly in front is the Magritte Museum and the Royal Museums of Fine Arts of Belgium.

Take the rue de la Regence to the right and stroll down the street until you get to Place Poelaert, where you get the best views of Brussels . (Although it is close you can also take the tram 92 or 94). Next to the square is the Palais de Justice, one of the largest and most impressive buildings in Brussels (unfortunately it closes on the weekends).

Walking down the rue de la Regence you will come to Église Notre Dame du Sablon , one of the most stunning churches in Belgium’s capital. Keep walking down rue des Alexiens, turn right down rue de l’Etuve and you will see a crowd of people gathered around the Manneken Pis . If you are lucky enough, the little boy will be dressed up.

The Mannken Pis has a female version called Jeanneke Pis that isn’t too far away. If you would also like to see the statue of the little girl urinating, go straight down rue l’Etuve to the Grand Place and continue down rue des Bouchers. At the end of the street, turn left and take the first right. The statue of the girl is down an alleyway, very near the Delirium Tremens Bar, one of the most popular bars thanks to its 2,000 different types of beer.

Having spent so many hours exploring the city, you will probably be hungry and want to have a nice dinner. We recommend finding a restaurant in the surroundings of the Grand Place or any of the side streets.

After a tiring first day, we suggest spending a relaxed Sunday morning (or the second day of your trip) visiting Brussels’ most famous landmark, the Atomium and Mini Europe . We suggest being at the Heysel metro station at around 9:30 am, which is the closest metro station to the two attractions.

These two visits will take up most of the morning, so you can either have a bite to eat in one of the restaurants near Mini Europe or if you are not yet hungry, then head back to the city centre. If you don’t have much time before your flight you can get by without visiting the Atomium’s interior.

Please bear in mind that if your flight leaves from Charleroi Airport it is a good idea to be at Brussels-Midi Railway Station at least 15 minutes before the bus leaves , since there is always a queue to get on the bus.

Over 2 days in Brussels?

If you are in Brussels for over two days and have followed our 48-hour itinerary, why not visit one of Brussels’ neighbouring cities like Bruges , Ghent or Antwerp . These are always places that are worth visiting.

If you have done these day-trips and still have a few days in the capital of Europe there are plenty of other interesting places to visit like the Horta Museum , Basilica of the Sacred Heart and the Royal Museum of the Armed Forces and of Military History , these are just some of the city’s top attractions and museums.

Brussels

You may also be interested in

Although Brussels is not a famous shopping destination, the city has many independent fashion designers and beautiful boutiques.

bruxelles tour 5 giorni

4 giorni in Belgio: itinerario tra Bruxelles, Bruges e Gand

Aggiornato il: Apr 4, 2023

Ho aspettato molto tempo prima di avventurarmi in questo viaggio, il tour delle Fiandre era uno dei viaggi da fare una volta nella vita: servono giusto quattro o cinque giorni per visitare le città principali e appena ho avuto l’occasione, ho acquistato un biglietto aereo low cost e sono partita alla volta del Belgio .

In questo articolo trovi il mio itinerario con consigli day by day per visitare in quattro giorni il Belgio, tra Bruxelles , Bruges e Gand : tra cioccolato dai mille gusti, chilometri macinati in treno e a piedi, metropolitane prese di corsa e waffles al caramello deliziosi.

Info utili da sapere per organizzare un viaggio in Belgio

spesso con le compagnie aeree low cost si atterra all'aeroporto di Bruxelles Charleroi , ad un’ora circa dal centro di Bruxelles; mentre con le compagnie di linea si atterra a Bruxelles Zaventem , l’aeroporto principale della città;

per raggiungere il centro di Bruxelles dall’aeroporto di Charleroi basterà prendere il Flibco (la fermata è proprio davanti all’uscita dell’aeroporto, impossibile sbagliare) e fare il biglietto direttamente davanti al bus;

il biglietto del Flibco costa circa 14/15 euro (a tratta) e il bus porta direttamente alla Stazione Midi (quella a Sud) di Bruxelles: per il ritorno infatti sarà proprio da qui che dovrai prendere il Flibco per tornare all’aeroporto di Bruxelles Charleroi;

le città principali delle Fiandre sono collegate dalla linea ferroviaria , è quindi molto semplice spostarsi da Bruxelles a Bruges, da Bruxelles a Gand e viceversa, in circa 30 minuti o 1 ora di treno;

all’itinerario che ti propongo puoi aggiungere anche la visita alla città di Anversa se hai un giorno in più, sempre raggiungibile via treno dalla Stazione Centrale di Bruxelles oppure dividendo una giornata tra Gand e Anversa o tra Bruges e Anversa;

per rendere questo viaggio ancora più low cost ho deciso di cenare tutte le sere a casa e di concedermi una sola colazione fuori (per assaggiare i waffles), tranne un paio di fermate dal classico Starbucks oppure da EXKi , dove puoi trovare anche un'ampia scelta vegetariana e vegana per i tuoi pranzi veloci;

è un viaggio, a mio avviso, adatto ad ogni stagione perchè le temperature sono sempre abbordabili sia in inverno che in estate.

Primo giorno: cosa vedere a Bruxelles

Sono arrivata alla Stazione Midi all’orario di pranzo circa quindi mi sono subito messa alla ricerca di un posticino per mangiare, magari vegetariano e a pochi soldi. Mi sono diretta a piedi verso il centro città , attraversando il quartiere Marolles (che visiteremo più avanti) fino alla Cattedrale di Notre-Dame de la Chapelle . Proprio di fronte alla Cattedrale ho trovato Pois Chiche , dove ho mangiato un wrap vegetariano con falafel speziati e verdure: delizioso ed economico!

Sono poi volata in appartamento per posare il bagaglio a mano: ho scelto di soggiornare su un Airbnb proprio di fronte alla metro Yzer (linea blu e arancione) che in 5 minuti porta nella zona centrale di Bruxelles: la preziosa Grand Place , dal 1998 Patrimonio Mondiale dell’ UNESCO e circondata dalle case delle corporazioni, dal municipio e dalla Maison du Roi. Consiglio di visitarla in più momenti durante la giornata per poter apprezzare tutta la sua bellezza e magnificenza.

Per queste prime ore ho deciso di camminare per la città senza una meta , scoprendo le vie principali che si diramano dalla Grand Place, passando davanti ai negozi di cioccolato e di waffles a Bruxelles (Pierre Marcolini, Meert, Wittamer, Godiva, ecc… ), visitando le Galeries St.-Hubert e la Galerie Du Roi . Questa zona di Bruxelles si chiama Ilôt Sacré , è proprio qui che potrai trovare alcune delle attrazioni più famose della città: come il Mannekin Pis (incrocio Rue Charles Buls) e la Janneken Pis ( Rue des Buchers) vicino al Delirium Pub.

Ho davvero apprezzato una delle vie principali di Bruxelles, Rue des Bouchers , dove si trovano moltissimi localini in cui assaggiare il piatto più famoso di Bruxelles: les moules frites , ossia le cozze fritte. Molto bello passeggiare qui al tramonto quando le luci delle insegne si accendono, aspettando che il sole scenda per poter ammirare la Grand Place con le luci della sera .

Ho fatto una piccola spesa in uno dei Carrefour (o Despar) disponibili, per cucinare la cena nel mio Airbnb con vista su Bruxelles, ma anche per acquistare qualcosa per le mie colazioni. Dalla cucina affacciata al terrazzo ho ammirato il panorama e le luci della sera, mi sono sentita tremendamente viva: il primo aereo dopo due anni di pandemia. Sono andata a dormire carica di emozioni!

Secondo giorno: Mont des Arts a Bruxelles e Bruges

La mattina del secondo giorno, dopo una colazione casalinga (trucchetto per risparmiare soldi quando si è in viaggio) gustandomi l’alba dal terrazzo, ho preso la metro per andare nel quartiere Sablon a visitare il Mont Des Arts a Bruxelles: sono quindi scesa alla fermata Parc (linea 1 viola o 5 gialla), ho attraversato il Parc de Bruxelles e ho ammirato da fuori il Palais Royal , il Musèe Belvue, la Place Royale e tutti gli edifici del complesso urbanistico come la Biblioteca Reale del Belgio , il Museo Magritte , la Chiesa di St. Michelle e Goudule e il Museo delle Belle Arti di Bruxelles..

Specifico che non ho praticamente mai usato la metro , ho quindi acquistato il biglietto per le singole corse (2,60 euro) secondo le mie necessità. Si possono anche acquistare i biglietti cumulativi per più giorni direttamente alle macchinette poste in tutte le stazioni metro: il biglietto giornaliero con viaggi illimitati ad esempio costa 8 euro.

Da Mont des Arts mi sono diretta verso Place d’Espagne , ho deciso di perdermi tra le vie del quartiere per assaporare la vita quotidiana belga, senza una vera meta, prima di dirigermi verso la Stazione Centrale di Bruxelles per andare a visitare Bruges .

Cosa fare a Bruges in un giorno

Dopo una calda sosta da Starbucks nella Grand Place , dove ho preso un dolcissimo Caramel Macchiato con il latte di soia, mi sono diretta verso la Stazione Centrale di Bruxelles. Qui ho acquistato il biglietto per arrivare a Bruges (o Brugge), seconda tappa di questo tour delle Fiandre : il biglietto A/R costa 28,80 euro e il treno parte circa ogni ora, per un'ora di viaggio totale.

Lascio qui sotto una mini guida su cosa fare a Bruges in un giorno :

dalla Stazione dei treni fino al centro di Bruges sono circa 10 minuti di camminata: inizia in questa occasione ad osservare le vie della città, le case caratteristiche, le mille porte colorate, le finestre a soffietto e gli addobbi in giro per la città;

scegli di visitare Bruges il mercoledì mattina , così puoi ammirare il mercato alimentare nel Markt , la piazza principale dove ci sono le famose case colorate delle corporazioni;

durante le festività natalizie istituiscono un mercato coperto da una cupola trasparente proprio al Markt, ma potrai comunque ammirare il Belfort e gli altri edifici della piazza;

arriva al Burg , la seconda piazza più frequentata di Bruges, in cui si trova il Municipio di Bruges ( Stadhuis ), infatti il Burg è il centro amministrativo della città;

passeggia fino al Begijnhof (il beghinaggio) del XII secolo e visitalo gratuitamente: sono rimasta totalmente incantata dall’energia incredibile di questo posto (te ne parlo meglio nell’articolo dedicato);

arriva fino al Minnewater o Lago dell’amore, proprio qui durante l’inverno montano una graziosa pista da pattinaggio per grandi e piccini;

pranza con uno dei panini low cost di Panos , una delle panetterie più famose delle Fiandre (si trova ovunque);

assaggia una selezione di cioccolato belga (15 cioccolatini circa) da Chocolate Brothers a Bruges: una delizia tutti quei gusti e quelle combinazioni;

entra nel negozio di Dille en Kamille , il mio preferito: qui ho comprato qualche souvenirs insolito, invece che le solite calamite;

all’ora del tramonto fai una crociera tra i canali di Bruges , per ammirare la città da una prospettiva diversa e scorgere edifici particolari.

Terzo giorno: quartiere Marolles a Bruxelles e Gand

Dopo una veloce colazione nel mio Airbnb ho inforcato per la seconda volta la metro (linea 3 verde o 4 rosa) per andare verso un quartiere molto particolare della città di Bruxelles: il quartiere Marolles , una zona ricca di storia e di negozi second hand e vintage , oltre che di antiquariato e vinili.

Al quartiere Marolles non puoi dimenticare di visitare il mercatino delle pulci in Place du Jeu de Balle , sobborgo principale della classe operaia di una volta, che si collega anche a Piazza Bruegel dalla quale potrai prendere l’ ascensore di vetro (Gratis!) che sale a Place Poelaert. In questo modo potrai ammirare la vista panoramica su Bruxelles : peccato il brutto tempo, ma è una cosa molto carina da fare in città!

Nel quartiere Marolles ci sono molti murales da ammirare e una quantità enorme di posticini in cui pranzare/cenare (per tutti i gusti e le tasche), ti consiglio quindi di camminare tra le vie e lasciarti guidare dall’istinto: sicuramente troverai qualcosa di adatto a te e avrai modo di esplorare la città senza troppa programmazione.

Cosa fare a Gand in un giorno

Dopo una pausa da Starbucks per scaldarmi, ho acquistato un biglietto per dirigermi verso Gand (o Gent) in treno. La giornata non era delle migliori, purtroppo il terzo giorno del nostro tour delle Fiandre ha piovuto fino a sera, non ho quindi goduto dell’atmosfera di Gand a pieno, ma è un posto spettacolare, che mi ha incantata fin da subito con la sua atmosfera creepy, tra guglie in stile gotico e architettura medievale.

Dalla Stazione Centrale di Bruxelles, con circa 26 euro, si raggiunge Gand in 30 minuti. Lascio qui una mini guida su cosa fare a Gand in un giorno :

dalla Stazione di Gand fino al centro puoi andare in tram (2,5 euro a tratta) oppure con una camminata di circa 30 minuti: noi abbiamo scelto la camminata per cominciare fin da subito ad assaporare la vita quotidiana di Gand;

passeggia lungo le due banchine principali di Gand: Graslei (riva delle erbe) e Korenlei (riva del grano), dalle case lungo i canali durante il Medioevo si controllava il flusso delle merci che arrivavano in città tramite le barche;

attraversa il Ponte di San Michele e ammira le tre torri della città: quella della Chiesa di San Nicola , il Belfort (campanile di Gand sul quale si può salire per vedere il panorama) e la torre della Chiesa di San Bavone , mi sono innamorata dello stile gotico!

purtroppo abbiamo visitato la città con la pioggia ma ti consiglio di fare anche qui un tour di Gand in battello , ammirando i suoi canali, le banchine e tutte le sue attrazioni dall’acqua;

concediti un ottimo pranzo da Ellis Burger : puoi pranzare sia all’aperto che all’interno del locale e il menù è molto ricco, anche per vegetariani come me, consigliatissimo!

vicino ad Ellis Burger troverai un negozietto molto carino, HEMA , che ti consiglio di spulciare perchè ha dei prezzi onesti e puoi trovare un sacco di souvenirs originali da portare a casa con te (io ho acquistato un quaderno per i miei appunti di viaggio e qualche maschera per il viso);

entra al Castello dei Conti di Fiandra, Gravensteen , che si affaccia sul fiume Leie ed è uno dei simboli della città di Gand, dall'atmosfera medievale e gotica;

visita Gand di venerdì per trovare il mercato in Piazza Vrijdagmarkt: qui potrai anche trovare qualche food truck per un pranzo veloce.

Quarto giorno: l’Atomium di Bruxelles e il Quartiere Europeo

In questo itinerario di quattro giorni in Belgio non potevamo non terminare con alcuni dei simboli della città di Bruxelles: l’ Atomium e il Quartiere Europeo di Bruxelles , in cui sono raccolti alcuni dei più importanti edifici delle Istituzioni Europee .

Ho iniziato la mattinata cercando un posto in cui poter fare il tampone di rientro (in epoca Covid purtroppo serve anche questo!) e con una bella colazione da Maison Dandoy , in Galeries St.-Hubert , per assaggiare i suoi famosi waffles. Ho scelto gli waffles con il topping al caramello, mentre Andrea ha scelto la panna: ti consiglio di scegliere un solo topping a testa, magari diverso, per scambiarlo con il tuo compagno/la tua compagna di avventura, le porzioni sono sufficienti per due persone e potrai risparmiare un po' di soldini.

I soldi che hai risparmiato usali per acquistare il biglietto della metro che ti porterà fino all' Atomium , simbolo dell'Esposizione Universale del 1958. Ti basterà prendere la linea 6 (blu) della metro e scendere alla fermata Heysel/Heizel , vedrai l'Atomium già dal finestrino della metro durante la corsa. Io ho scelto di non salire all'Atomium, perchè avevo poco tempo prima dell'aereo di ritorno, ma il biglietto costa 16 euro e da lassù hai una bella vista panoramica sui dintorni di Bruxelles.

Dopo aver scattato qualche foto ho preso la metro per scendere alla fermata Schuman (linea 1 viola) per dirigermi nella Zona UE di Bruxelles : qui ho ammirato l'edificio del Parlamento Europeo ( Parlamentarium ), il Parc Leopold , la Rotonda Schuman, passeggiando fino al Parc du Cinquantenaire .

Entrando al Parc du Cinquantenaire sono arrivata fino al meraviglioso Arc de Triomphe di Bruxelles, del 1905, circondato dal Museo d'Arte e dal Museo Militare; un vero polmone verde in mezzo agli edifici moderni e al traffico cittadino, in cui trovare pace , silenzio ma anche qualche ora di svago: infatti potrai scovare qualcuno fare la sua corsa giornaliera e qualcun'altro portare a spasso il cane.

Terminato il mio giro mi sono diretta alla Stazione Midi di Bruxelles , dopo un veloce pranzo da Panos (variegati panini low cost), per salire sul Flibco in direzione Aeroporto Charleroi per tornare a casa, ricca di nuove esperienze, con gli occhi pieni di bellezza e l'anima in pace per sentirsi al posto giusto.

Se ti è piaciuto questo articolo ti consiglio di leggere anche gli articoli correlati qui sotto, di accedere alla sezione Europa del mio blog, oppure di seguirmi su Instagram per viaggiare insieme a me.

Buon viaggio!

Potrebbe interessarti

Lubiana in due giorni: cosa fare, cosa vedere e dove mangiare, bratislava in un giorno: cosa vedere e dove mangiare, cosa fare a vieste in due giorni: panorami e mare azzurro.

Europainviaggio

Ultimi articoli.

cOSA vEDERE A pROCIDA IN UN gIORNO

cOSA vEDERE A pROCIDA IN UN gIORNO

L’isola di Elafonisos nel Peloponneso

L’isola di Elafonisos nel Peloponneso

Da Portofino a Santa MArgherita Ligure

Da Portofino a Santa MArgherita Ligure

Europainviaggio

  • Europa dell’Est

Cosa vedere in Belgio in 4 o 5 giorni

Cosa vedere in Belgio in 4 o 5 giorni

Il Belgio, a discapito del pensiero di molti, è un paese che sa essere affascinante e che potrebbe stupire. Se avete 4 o 5 giorni a disposizione vi suggerisco in questo articolo i posti più interessanti da vedere in un tour fra città, campagna, mare e collina. Il nostro punto di partenza è Bruxelles , città su cui però non mi soffermo poiché le ho già dedicato un post specifico ( Scopri Bruxelles ) .

Beghinaggio

Le città del nostro tour in Belgio

L’itinerario che vi propongo è circolare e si estende da ovest ad est di Bruxelles. Avendo al massimo 5 giorni a disposizione ho inserito come unica città importante solo la capitale mentre ho escluso Anversa. Questo tour vuole essere il più vario possibile per permettervi di scoprire diversi aspetti del Belgio.

Scoprire le Fiandre

bruxelles tour 5 giorni

Il nostro viaggio in Belgio non può non cominciare con la più bella delle sue regioni: le Fiandre. Questa zona che da Bruxelles arriva fino ad Ostenda è veramente incantevole. Nella campagna troverete quiete e pace mentre a Bruges e Gand respirerete un’atmosfera a tratti magica, quasi fiabesca. In particolare a Bruges non dovete perdervi il lungofiume che vi porta alla visita dei vari mulini a vento , eventualmente potete anche valutare il noleggio di una bici poiché il percorso è ciclopedonabile. Per queste due città ho scritto dei post dettagliati: Leggi l’articolo su Gand – Leggi l’articolo su Bruges

La famosa spiaggia del Belgio a Ostenda

Spiaggia ad Ostenda

Lasciata la romantica Bruges proseguiamo verso la costa, nella località di Ostenda dove si trova anche la più importante spiaggia del Belgio. Questa è una nota località balneare che si affaccia sul Mare del Nord ed è sempre molto frequentata. Se amate le zone un po’ più tranquille spostatevi verso De Haan , una cittadina con più stile. Per scoprire le dune e le zone più selvagge andate verso il confine francese. Incantevole il Nieuwpoort Lighthouse. Per un assaggio del buon pesce locale fermatevi al Estaminet De Peerdevisscher, dove potrete degustare anche i famosi gamberi locali pescati a cavallo!

Da Ypres alla scoperta delle birre belghe

Birre in Belgio

Il nostro tour nel Belgio prende una nuova rotta poiché dal mare ritorniamo verso Bruxelles. Lungo questo percorso avrete la possibilità di degustare delle ottime birre belghe , tra cui anche le birre trappiste prodotte dai monaci. Una abbazia autorizzata è vicino a Ypres: Brouwerij Westvleteren. Ottime birre che potrete provare con alcuni prodotti tipici locali, sempre forniti dai monaci. Qui siamo ancora nelle Fiandre e le cittadine di Ypres e Courtrai meritano una veloce visita per poter apprezzare nella prima il Mercato dei Tessuti in stile gotico e nella seconda uno dei più grandi beghinaggi d’Europa. Prima di arrivare a Dinant, nostra prossima tappa, potreste fermarvi anche all’ Abbazia di Maredsous . Molto bella ed imponente, oltre alla degustazione delle birre offre anche ottimi formaggi!

La zona della Vallonia per un Belgio inaspettato

Dinant in Vallonia

Dove si trova la Vallonia ? Ebbene si, è una zona del Belgio, caratterizzata di verdi colline e boschi resi rigogliosi dal fiume Mosa. E’ proprio lungo questo corso d’acqua che troverete le cittadine più interessanti da visitare. Seguite il fiume partendo da Dinant per arrivare fino a Liegi lungo la strada N96. La Vallonia è un susseguirsi di piccole fattorie, borghi e castelli. Se volete addentrarvi alla scoperta di questo territorio non perdetevi il Castello di Walzin , poco distante da Dinant, il piccolo borgo di Durbuy e il vicino castello di Château de Petite Somme.

Da Liegi a Lovanio

Lovanio

L’ultimo tratto del nostro itinerario in Belgio vi porta a visitare la cittadina di Liegi , attraversata dal fiume Mosa. Da vedere assolutamente la montagna di Bueren , una scalinata di 300 gradini (quindi impegnativa!) che vi saprà regalare un panorama incredibile. Anche il cuore della città vecchia con i suoi “ Impasse ” è veramente interessante. Questi piccoli vicoli vi faranno sbucare dentro ad inaspettati cortili con scorci a prova di macchina fotografica! Loviano invece è una città universitaria dove coesistono vivacità ed eleganza. Bellissima la piazza del Grote Markt e il beghinaggio, luogo di un altro tempo. Per finire il nostro tour non poteva mancare la bevanda nazionale e sarete contenti di sapere che Loviano è considerata la capitale della birra!

percorso 10 capitelli

Percorso dei 10 Capitelli da Monteforte d’Alpone a Soave

Cosa vedere nel centro storico di montagnana.

montagnana

Cosa vedere a Gand (Gent) città delle Fiandre

minnerwater bruges

Cosa vedere a Bruges in un giorno

grand place

Le migliori birrerie nel centro di Bruxelles

Leave a reply annulla risposta.

about-me-image

VOGLIA D’ESTATE IN ITALIA

Cinque giorni in Belgio: Bruxelles, Bruges e grotte di Han

Bruges

Primo viaggio in solitaria. Destinazione: Belgio.  Bruxelles sarà il mio campo-base, ma ho intenzione di visitare altre città.

Ma andiamo con ordine. Parto di mattina da Malpensa. Nel giro di un’ora e mezza atterro all’aeroporto. Dai diari di viaggio letti in precedenza so che c’è un treno che mi porterà alla stazione centrale di Bruxelless per 7.5 euro (solo andata) . Anche se tutti dicono che dovrei fare andata e ritorno il giorno stesso, faccio solo il biglietto di andata (tanto il prezzo non cambia).

C’è un’alternativa: autobus . Si prende sempre in aeroporto. Costa di meno (4 euro) ma pare che ci metta una mezz’oretta per arrivare in centro (contro i 15 minuti del treno) perché deve sottostare alle leggi inflessibili del traffico cittadino.

Preso dalla frenesia di arrivare a destinazione, mi dimentico di cercare in aeroporto qualche info point in modo da procurarmi una cartina della capitale. Questa svista la pagherò cara… Questo perché arrivo in stazione centrale (gare centrale) mentre il mio albergo è alla stazione nord (gare du nord).

Perdo un’oretta a capire che la stazione dove mi trovo non è quella dove si trova il mio albergo. Ci metto un’altra oretta per trovare un info point (per la cronaca, si trova nella piazza grande, Grand Place: una porta anonima in mezzo a monumenti, bar e gente). Mi tocca sborsare 50 centesimi per avere la cartina, ma almeno resiste per tutta la mia permanenza in Belgio (non si sgretola come le cartine che si trovano negli alberghi).

Per fortuna, una volta studiata la cartina mi risulta tutto più chiaro. Cosicché m’incammino verso il mio albergo e in una ventina di minuti sono a destinazione.  Il bello di questa zona è che c’è un parco botanico a 200 metri dall’albergo e la stazione dei treni a 5 minuti a piedi.

Tempo di mollare i bagagli e vado in stazione (le stazioni in città sono tre; la mia è quella a nord) in quanto voglio subito informarmi sui mezzi per raggiungere Bruges (dicono sia la Venezia del Belgio) e le grotte di Han (de grot van han, in località han-sur-lesse).  In stazione c’è un info-point dove danno gli orari dei treni mentre per i biglietti c’è una biglietteria (sia automatica che con il bigliettaio).

Una volta accertatomi di orari e prezzi, mi butto a visitare la città.

Apro una parentesi importante. La città si potrebbe dividere in due parti: quella da visitare a piedi e quella con i mezzi. Quella a piedi è il centro, dove ci sono la maggior parte dei monumenti. Non avrete bisogno di metro, bus o altro. Si gira a piedi (anche perché le fermate della metro in quella zona sono due, quindi non avrebbe senso spostarsi con quel mezzo).

Ci sono invece dei luoghi da visitare per forza coi mezzi perché sono troppo distanti dal centro . Sto parlando dell’ atomium e del parlamento europeo . Quindi ho pianificato fin da subito di farmi una giornata a piedi, il giorno seguente usare la metro per visitare i luoghi lontani e il successivo usarlo per vedere quelle piccole cose che mi erano sfuggite durante la prima giornata (e magari se ci scappava anche un giro in bicicletta per Bruxelles).

BRUXELLES CARD – Per i mezzi e le visite nei musei esiste la Bruxelles card. Vale per 24, 48 e 72 ore e costa rispettivamente 24, 34 e 40 euro . Vi dà diritto a usare tutti i mezzi della città e ad avere degli sconti per i musei e per le attrazioni principali. In alternativa si possono comprare i biglietti singoli del metro, che costano 2 euro a biglietto.

O, meglio ancora, la card da 10 biglietti a 13.50 euro così si risparmia.

Vi consiglio di farvi due conti prima di partire per decidere cosa vi conviene prendere (se la Bruxelles card o i 10 biglietti della metro). Nel senso, ad esempio a me interessava visitare l’atomium e il museo del fumetto, quindi facendo un breve calcolo, spendevo meno a comprarmi i biglietti singoli della metro e le due attrazioni a prezzo pieno che non prendendo la Bruxelles card anche solo per un giorno. Anche xché volevo godermi tutto in libertà, senza quella fretta dell’ ‘Oddio, non riesco a vederlo oggi e mi sono bruciato la card’.

Quindi, compro il pacchetto di 10 biglietti (che mi basteranno per tutta la permanenza della vacanza). Attenzione: si paga alle macchinette con il bancomat o con le monete. Non accetta banconote! Poi vado a fare un giro in centro.

COSA VEDERE A BRUXELLES – Visito in primis i monumenti più facili da trovare: grand place, la cathedrale, place de l’albertine, justitiepaleis, palais royal, il parc de bruxelles (vi metto i nomi come si trovano sulla cartina che troverete all’info-point. Li troverete anche col loro nome originale. Tipo, la grand place si chiama grote markt). Praticamente in mezza giornata riesco a vedere gran parte delle attrazioni del centro .

Assisto pure ad una delegazione straniera giungere ad un palazzo scortata da svariate macchine della polizia con tanto di blocco del traffico ad opera di due camion della polizia messi di trasverso sulla strada per non far passare nessun mezzo mentre in cielo un elicottero volteggia sopra le nostre teste. Sembra di essere in un film! Finita la scena da polizia d’assalto, continuo il mio giro tra stradine, monumenti e foto di rito. 

Si fanno così le sette di sera.

Rientro in albergo, doccia e poi via a cena. Apro una parentesi: sono vegano, quindi il mio giudizio sui ristoranti non sarebbe soddisfacente, obiettivo e comunque limitato a ciò che posso mangiare. Per chi fosse come me, sappia che ci sono molti locali che soddisfano anche le nostre esigenze e anche i bar hanno sempre qualcosa di vegetariano nel menù. Infatti io andrò per tutta la vacanza in un bar vicino all’albergo che prepara delle deliziose ed abbondanti porzioni. Dopo cena, giretto d’obbligo e poi a letto a dormire che sono morto!

Giovedì  23/05/2013

La notte la passo ascoltando il diluvio abbattersi sulla città. Per fortuna alla mattina c’è solo una leggera pioggerella (che si protrarrà per tutta la mia vacanza…) non così fastidiosa da impedirmi di visitare i monumenti distanti dal centro. ATOMIUM – Prendo la metro e scendo alla fermata Heysel. Mi trovo davanti l’ atomium . Uno spettacolo: è un enorme  monumento di metallo raffigurante un atomo aperto al pubblico.

Infatti sono davanti all’ingresso… E scopro che apre alle 10. Essendo le 9.30, gironzolo nei dintorni (dove c’è un parco immenso, che visiterò con calma l’ultimo giorno). Alle 10 sono davanti alla biglietteria. Pensavo ci sarebbero state un’infinita di persone. Il problema, secondo me, ad occhio e croce è solo quando ci sono i pullman con orde di turisti pronti a fiondarsi nella biglietteria. Per il resto, il tutto è gestibile in tempi brevi.

Il biglietto costa 11 euro (si spende 23.40 euro se si vuol fare la combo atomium più minieuropa, un parco in stile mini-Italia con monumenti però europei, a pochi passi dall’atomium). Una volta tanto mi convinco che l’audioguida possa essere utile, quindi pago 2 euro in più (scoprirò ben presto che sarà abbastanza inutile.

O meglio, dà informazioni, tipo in cima all’atomo spiega a seconda di dove si guardi chi ha costruito il monumento che si vede all’esterno. Peccato che siano informazioni che si dimenticano nell’arco di un nano secondo. Quindi, secondo me, vale la pena risparmiare i 2 euro per qualcos’altro).

Biglietto alla mano, entro nell’atomium. Scopro che sono aperte sei sfere su nove. Di queste sei, due sono adibite a mostre (credo non permanenti, quindi non vi sto a spiegare cosa fossero). Si parte dalla sfera in cima: da qui si ha un bel panorama di tutta la città. Poi si scende con l’ascensore e da lì si passa da una sfera all’altra attraverso delle scale mobili.

Anche prendendosela comoda, sappiate che vi basterà un’ora per visitare tutto.

PARLAMENTO EUROPEO – Conclusa la visita riprendo la metro e mi dirigo verso il parlamento europeo.  Fermata Shuman (che è tra il parlamento europeo e il parc du cinquantenaire (un parco molto carino). Prima visito il parco: ha un monumento in stile porta di Brandeburgo e una moschea (chiusa al pubblico). Giretto in mezzo al verde del parco e poi vado in mezzo ai grattacieli del parlamento europeo.

Accedo gratuitamente al parlamentarium . Danno un’audio-guida (che, al contrario di quella dell’atomium, risulterà utile. Anzi, fondamentale). C’è un sacco di storia in questo museo: si parla delle difficoltà che hanno attraversato e attraversano tutt’ora gli stati dell’unione, quando hanno deciso di aderire e perché. Ci sono foto, filmati e tante locazioni interattive. Ogni stanza ha qualcosa di originale e di caratteristico. Io non sono un tipo da musei, ma ammetto che questo mi ha piacevolmente stupito.

Ad essere obiettivi, in un posto del genere ci sono talmente tante cose da vedere che ci si dovrebbe passare almeno mezza giornata per apprezzarle tutte e appieno.  Io ci sto un paio di ore, poi esco e mi sposto al vicino museum voor natuurwetenschappen (tradotto, museo delle scienze naturali) dove c’è il museo preistorico (7 euro per gli adulti, 9.50 per i bambini se volevano fare oltre alla visita anche la sezione pratica).

Onestamente, di vedere ossa preistoriche non m’interessa, quindi bypasso la visione.

Tanto che sono in zona, vado anche al quartiere ambiorix (a nord del parlamento) dove c’è un altro parco, molto più piccolo del precedente ma altrettanto carino. Poi torno in metro e mi sposto fino alla fermata di Simons, dove c’è il Basilique : è una basilica con parco annesso. Non si entra dall’entrata principale ma bisogna girarci intorno. È il 6° portone (comunque, non potete sbagliare: è l’unico aperto!).

Per quanto abbia una certa allergia alle chiese, questa mi ha piacevolmente sorpreso: è imponente, bella sia dentro che fuori, ma soprattutto all’interno ci sono sulle pareti decine di dipinti raffiguranti sì la vita di Gesù ma con uno stile e dei colori inusuali, molto visionari. Considerato che l’entrata è gratis, vi consiglio di farci un salto.

Venerdì 24/05/2013 BRUXELLES A PIEDI – Giornata dedicata a vedere quei piccoli monumenti e attrattive che gli altri giorni mi sono sfuggiti. Innanzitutto vado in metro alla fermata Hallepoort . C’è una piccola torre. Si può anche visitare ma costa 5 euro anche se secondo me non vale il prezzo del biglietto.

In compenso, proprio accanto c’è un piccolo parco con le giostre che ricordano un forzino, quindi se avete i bambini fateci un salto: è gratuito ed è una rivisitazione in forma di roccaforte delle classiche giostrine che si trovano nei parchi. Mi sono diretto qui perché spostandomi a piedi verso nord c’è il quartiere Marolles (consigliato da alcuni diari di viaggio) dove si trova un mercato ma non l’ho trovato un granché interessante: ci si trovano solo tanti oggetti vecchi, sporchi ed inutili. Se siete in zona fateci un salto ma non aspettatevi chissà cosa.

Essendo sempre in zona, rifaccio un salto al palazzo di giustizia (justitiepaleis) .

C’ero già stato il primo giorno ma l’avevo trovato chiuso e dall’esterno non mi era piaciuto affatto: imponente ma grigio, triste e decadente. Questa volta lo trovo aperto e quindi mi c’intrufolo. L’interno è come l’esterno: tetro, luminosità scarsa e spazi enormi senza alcunché a riempirlo. L’unico aspetto curioso è che le aule sono aperte, quindi si può sbirciare dentro e assistere ad un vero e proprio processo.

Girando per la città scopro una catena  in stile take away molto ecosostenibile. Si chiama exk . Oltre all’arredamento, anche il cibo è molto sul naturalistico andante. È un buon riferimento se si vuole mangiare decentemente senza spendere tanto, a prescindere se uno è vegano o carnivoro. Da qui mi risposto verso il centro, perché voglio cercare il fantomatico bambino che piscia (e i suoi ‘fratelli’: il cane e la bambina).

Il bambino lo trovo facilmente. Anche perché è raffigurato sulla cartina: è all’incrocio tra Rue de l’etuve e Rue du chene . Attorniato da turisti con macchine fotografiche osservo questo bambino pisciare dentro una fontanella. Nulla di che ma dato che è uno dei simboli di Bruxelles ed è facile da trovare… Poi vado a cercare il cane. È a nord-ovest rispetto al bambino, all’incrocio tra Rue de Chartreux e Rue de Vieux-Marchè-aux-Grains.

In realtà non sta facendo i bisogni: ha solo la zampa alzata. Vabbè, faccio una foto e vado oltre. Adesso cerco la bambina. Ho letto che è in zona Rue Fidelite (è una via piena di ristoranti). Non la trovo (sapevo che era difficile da trovare, anche se non fino a questo punto) ma non ne faccio un dramma dato che non m’interessa vederla più di tanto.

In compenso in questa via c’è il famoso Delirium Cafè : una birreria famosa perché è entrata nel guinness dei primati in quanto ha centinaia di birre da tutto il mondo.

Pur essendo pomeriggio, è già piena di gente.

MUSEO DEL FUMETTO – Bevo una birra sconosciuta, giusto per dire ‘Io ci sono stato’, e poi torno in strada perché adesso il mio obiettivo è il museo del fumetto (centre belge de la bande dessinee). Prezzo d’ingresso: 8 euro .

Dunque, prima che ci andiate sappiate che trovate sì i fumetti, ma quelli belgi dei tempi andati. Per cui, la maggior parte sono sconosciuti (forse li può conoscere un 50enne o 60enne: un giovane no). I ragazzi riconosceranno giusto i puffi e Tin Tin. Per il resto saranno tutti autori ed opere sconosciute. Non c’è nulla d’interattivo; solo alcuni disegni incorniciati e raggruppati per autore.

All’ingresso viene dato un quadernone nella propria lingua dove c’è la traduzione di tutto ciò che è presente nel museo (più che altro l’autobiografia degli autori). Pagine su pagine di traduzioni, senza foto, disegni o altro. Due occhiate e ci si stufa subito di leggere. Così si lascia perdere: tanto comunque sono informazioni che non arricchiscono il sapere della persona.

Vale la pena spendere 8 euro per questo museo? Secondo me no (e lo dice uno appassionato di fumetti…). Anche perché a tirarla lunga ci si sta un’ora e poi non si trova più il senso di restarci. Lo consiglierei solo a chi conosce tutti gli autori e le loro opere e per chi è un disegnatore. Per gli altri, ho dei dubbi che possa piacere o interessare.

Finisco comunque il mio giro e poi decido di andare alla stazione vicino al mio albergo in quanto voglio fare oggi i biglietti per i prossimi giorni. Alla stazione l’addetto parla inglese ‘male’ quanto lo parlo io, quindi ci capiamo al volo, cosicché è facile acquistare i biglietti per: Brugge (14.80 euro, a/r), Han-sur-Lesse (17.40 euro a/r) e il biglietto di ritorno per l’aeroporto (7.80 euro.

Al contrario di quello che ho letto negli altri diari di viaggio, non ho dovuto dire l’ora in cui volevo prenderlo; mi sono solo fatto fare una stampa di tutti gli orari delle partenze). Per le prime due destinazioni, le partenze sono circa ogni ora, per l’aeroporto ogni 20/30 minuti.

Sabato 25/05/2013

COSA VEDERE A BRUGES – Giornata dedicata a Bruges . Prendo il treno delle 8.50. Il treno passa da tutte e tre le stazioni di Bruxelles (gare du nord, du midi e centrale), quindi da quel che ho capito per qualsiasi destinazione non si è obbligati ad andare ad una stazione specifica ma si può scegliere quella più vicina al proprio albergo.

Come avevo letto, il treno passa da Ghent , un’altra città consigliata dagli altri viaggiatori. Apro una parentesi: tanti viaggiatori avevano fatto in giornata sia Ghent che Brugge. Onestamente, l’idea di fare tutto di corsa non mi entusiasma: a correre si rischia di vedere tanto ma di godersi poco il tutto. Ho preferito optare per Brugge, perché tra le due sembra quella più ‘fiabesca’. Al contrario, Ghent è più città, quindi più caotica, grossa e incasinata. Meglio Brugge che è a misura d’uomo.

Il treno ci mette un’ora a giungere a destinazione.  In stazione si trova un’info-point: è un po’ imboscato ma si trova. Qui mi danno la cartina della città gratuitamente. La città in effetti è molto bella, caratteristica e girabile senza problemi a piedi. Ci sono un sacco di monumenti e di chiese da visitare, ma la maggior parte, aimè, sono a pagamento.

Mi prefiggo di visitare, almeno dall’esterno, le chiese che spiccano sulla cartina e le piazze principale (markt e burg). In centro c’è anche il belfort, una torre da cui si può scrutare tutto il paesaggio.

I presupposti m’ispirano. La fila kilometrica all’ingresso un po’ meno. Non ho voglia di passare due ore in fila, quindi lascio perdere. E per la cronaca: mi pare che sia pure a pagamento, anche se non sono riuscito a scoprire il prezzo (ma suppongo almeno 5 euro).

In zona c’è anche la basilica del sacro sangue (dove ci dovrebbe essere un’ampolla contenente il sangue di Cristo. Ma dato che credo a queste cose quanto a Babbo Natale, lascio perdere la visita. Tra l’altro, quando sono arrivato, l’ingresso era chiuso; dalle 12 alle 14 non si poteva entrare. Non c’era scritto da nessuna parte, ma ci scommetto che l’entrata era a pagamento). Consiglio (oltre a tutte le chiese e monumenti che trovate descritti negli altri diari di viaggio) di andare alla chiesa di Sent Jakobs (a nord ovest, a pochi passo dal centro): contiene decine di quadri degni di nota. Sembra di essere in un museo. Ed è pure gratis l’entrata… Una cosa molto carina che potreste fare sarebbe visitare il paese in bicicletta. Sappiate però che non è come a Bruxelles che trovate le bici per strada (e che potete prenderle usando una member card) ma ci sono i negozi che le noleggiano. Ho trovato persino un noleggio di scooter…

Comunque, dedico tutta la mattina a scovare più monumenti possibili. Mi spingo fino all’estremo est, dove ci sono alcuni mulini (uno pare sia aperto al pubblico, anche se io me lo sono fatto sfuggire perché non me n’ero accorto). Tornando verso il centro sono passato davanti ad altre chiese ma non sono nulla di che. Avevo letto che era bello il museum von volkskurd. Sfortunatamente quando ho scoperto la sua esistenza mi sono accorto che era troppo lontano da raggiungere a piedi e a quel punto volevo sfruttare il tempo rimasto per il giro in barca, in quanto dicevano che ricordi il giro in gondola a Venezia… Dato che io l’ho fatto, ho voluto appurarlo… Beh, non c’è paragone.

Ciò non toglie che è carino girare per Brugge su una barca: si vedono tutti i monumenti da un’altra prospettiva.

E poi c’è anche il ‘capitano’ che spiega tutto… Ma sappiate che lo fa in inglese e francese. Il tutto al modico prezzo di 7.50 euro per 30 minuti (ho visto varie compagnie che offrono questo servizio ma i prezzi e i tempi solo uguali per tutti, quindi non state a sbattervi a cercare quello più economico: non lo troverete). Dopo il giro in barca si sono fatte le 17.30, quindi prendo il treno di ritorno per Bruxelles (i treni li trovate, se non ricordo male, fino alle 21).

Ultima considerazione: Brugge è un bel paesino, grande quanto basta da poter essere visitato anche in due giorni (dato che comunque ha molte viuzze da esplorare) ed ha questa atmosfera da periferia inglese d’altri tempi che conquista.  Quindi vi consiglio vivamente la visita di questa città. Domenica 20/05/2013

Oggi giornata dedicata alle grotte di Han, nella località di Han-sur-lesse, a sud di Bruxelles. Prendo il treno delle 8.45. Il viaggio dura 1.40h, tra sterminati prati verdi che fanno molto Irlanda, mucche al pascolo, cavalli dentro a recinti spaziosi, case folkloristiche sparse qua e là e qualche foresta rigogliosa.

Infine giungo a Jemelle alle 10.20. Jemelle è la fermata del treno. Poi devo prendere il bus (appena fuori dalla stazione) che mi condurrà in una decina di minuti a destinazione. La corsa in bus costa 2.90 euro a tratta (quindi a/r 5.80 euro); si acquista il biglietto direttamente sul mezzo (cosa strana: il bigliettaio della stazione di Bruxelles mi aveva detto che nel prezzo del treno c’era anche quello dell’autobus ma quand’è stato il momento di sfruttarlo l’autista del bus mi ha detto che non valeva. Boh). GROTTE DI HAN – La fermata dell’autobus è a duecento metri dall’info-point per la visita alle grotte.

Lo si vede dalla fermata: non ci si può sbagliare. Si può scegliere svariati pacchetti:

grotte+museo preistorico=16 euro Safari+ museo cittadino =13 euro Grotte+safari+i 2 musei = 25 euro

Ho scelto il pacchetto completo. Per la cronaca: cercate nel vostro albergo se  hanno un deplian delle grotte. Se sì, fatevi apporre il timbro dell’albergo cosicché avrete lo sconto del 10% sull’ingresso, a prescindere dal pacchetto che sceglierete.

Il mio albergo non aveva il timbro così ho portato dietro la stampa della prenotazione che avevo fatto su booking.com (e ovviamente il deplian delle grotte). La donna mi ha fatto lo sconto senza fare storie.

Nell’info-point trovate due porte: una conduce al trenino che vi porterà alle grotte. L’altra al pullman adibito al safari.

In primis visito le grotte. Salgo su questo trenino che mi porta nel giro di 5 minuti all’ingresso delle grotte. C’è una guida che ci fa da cicerone per tutto il giro. Peccato che parli solo in tedesco e in francese (non che sia strettamente necessaria la spiegazione, però se almeno avesse parlato in inglese…).

Trascorriamo poco più di un’ora e mezza all’interno delle grotte. Si passa da corridoi stretti a caverne enormi con tanto di laghi e fiumi naturali, il tutto sapientemente illuminato da luci tenue. C’è anche una caverna dove si assiste ad un gioco di luci accompagnato da una musica in stile celtico che enfatizza ancor di più la bellezza del luogo. Che dire? Io avevo visto le grotte di Rodi (in Grecia) ma non sono nulla in confronto a queste. Le grotte di Han sono stupende : emoziona accorgersi di quanto la natura riesca a modellare simili capolavori.

Posso solo dire che le grotte hanno giustificato tutto il viaggio che ho fatto in Belgio.

Aimè, sfortunatamente l’esplorazione è giunta al termine. Usciamo dalla grotte costeggiando un fiumiciattolo che da queste prosegue verso il villaggio.

C’incamminiamo verso le abitazioni (distano una decina di minuti dalle grotte).  Nel tragitto, non ci si può sbagliare, si passa accanto al museo preistorico (prehistohan). È un piccolo museo con qualche reperto archeologico. La cosa più carina è una saletta dove si può interagire con un filmato proiettato su uno schermo gigante usando un joystick: così si aiuta Laura Craft (…), un’improvvisata esploratrice, a scovare tesori nelle grotte di Han.

Come al solito, tra le varie lingue non c’è l’italiano; bisogna accontentarsi dell’inglese. Però tutta l’esperienza è comprensibile anche senza il parlato e per un bambino risulterà molto divertente. Per un adulto sarà un’esperienza curiosa ed originale. Uscito dal museo, torno all’info-point per proseguire col safari.

Salgo insieme ad altre persone dentro a questo pulmino che ci porta dentro un’enorme riserva dove ci sono svariate specie di animali (gufi, cervi, lupi, orsi, cinghiali, ecc ecc). Il safari in sé è anche interessante. Peccato che: molti animali sono nei recinti e alcuni si nascondono ai nostri occhi, quindi di almeno 4/5 animali abbiamo visto solo le gabbie, non loro. Poi, per la maggior parte del tempo si deve stare dentro il pulmino e vedere gli animali da lontano, anche quando questi sono rinchiusi nelle loro gabbie. Infine, gli animali liberi (tipo i cerbiatti) gironzolano in questi campi immensi ma proprio a causa di questo spesso sono troppo distanti per essere apprezzati appieno.

GUARDA ANCHE: CINQUE GIORNI TRA BRUGES E BRUXELLES

Ciò che più si apprezza in questo safari è il poter avvicinarsi a piedi al recinto degli orsi e studiarseli per alcuni minuti.

L’autista per animare il tutto getta loro del pane e questi si alzano in piedi per afferrarlo. Un vero spettacolo, dato che fanno più tenerezza che paura. Per il resto, il paesaggio di questa riserva merita: praterie erbose che lasciano il passo a foreste rigogliose e sterminate. Molto bello da vedere.

Anche se, a conti fatti, 13 euro mi sembra un prezzo eccessivo per quel (poco) che si è visto (al contrario delle grotte, il cui prezzo è pienamente giustificato, secondo me). Il safari dura poco più di un’ora. Poi, una volta tornato all’info-point, vado a visitare il museo della cittadina: tante stanze in cui viene rappresentata la vita quotidiana degli abitanti della cittadina di (credo) 100/150 anni fa, con attrezzi casalinghi e lavorativi, con abiti dell’epoca indossati da manichini con fattezze umane. Che dire? Ma sì, un giretto (dato che è comunque compreso nel prezzo) potete farlo. Ma, a meno che non siate appassionati di questi tipi di musei, ci resterete poco.

Si può visitarlo anche senza aver acquistato il pacchetto safari ma il prezzo è, se non ricordo male, sui 5 euro. Prezzo eccessivo, esagerato, per ciò che offre. Importante: a prescindere dal pacchetto che fate, non buttate via il biglietto perché questo vi servirà per entrare nei vari posti! Lunedì 21/05/2013

Ultimo giorno. Dato che ho l’aereo nel pomeriggio, sfrutto la mattina per tornare all’atomium . O, più precisamente, al parco che c’è accanto.  Il parco è enorme e, ad occhio e croce, per non lasciarsi sfuggire niente ci vuole tutta la giornata.

Io mi dedico alla parte nord (quindi in zona atomium) in modo da andare a visitare due costruzioni orientali (chinese pavilioen e il japanse toren).

Molto carine ed imponenti.

Il chinese pavilioen è possibile visitarlo ma essendo lunedì  è chiuso al pubblico (come tanti altri monumenti della città). Riesco comunque a fare qualche foto all’esterno. Al contrario, il japanse toren è circondato da un muro e non trovo nessuna via d’accesso per intrufolarmici dentro. Gironzolo poi ancora nel parco: si trovano altri monumenti sparsi qua e là. Se avete una mezza giornata libera e volete rilassarvi immersi nel verde, vi consiglio questo parco. Peccato che io non abbia tutto questo tempo; è il momento di partire. Torno all’albergo, prendo i bagagli, vado alla stazione dei treni e via. Destinazione Italia. CURIOSITA’

– Innanzitutto parliamo della temperatura:  ho monitorato le previsione del tempo nelle settimane precedenti al viaggio grazie a www.ilmeteo.it. Dava nuvoloso come da noi ma il problema era nelle temperature, le quali erano in media 8/10 gradi più basse delle nostre. Infatti è stata una sofferenza! Giravo con maglione di lana e giubbotto pesante  in pieno giorno. Il tempo variava in modo impressionante: un momento c’era un cielo sgombro da nuvole e un attimo dopo era coperto da nuvole nere e minacciose con annessa pioggerella. Quindi vi consiglio di tenere d’occhio le settimane prima della partenza le temperature e a prescindere portatevi un ombrello: non si sa mai.

– Dislocati per la città troverete sui muri dei palazzi molti graffiti raffiguranti personaggi dei fumetti belgi (tra cui, ad esempio, tin tin). Sono sparsi un po’ ovunque, sperduti tra le viuzze. Per fortuna sulla cartina dell’info-point vengono segnalati. Sappiate che ce ne sono parecchi: o dedicate un’intera giornata solo a cercarli (ma magari alla fine non riuscirete neppure a vederli tutti) oppure prendete solo ‘un assaggio’ mentre state andando a zonzo, tanto alcune sono vicine ai monumenti più importanti.

Infatti io nel mio girovagare ne trovo svariati: sono molto carini e danno un tocco originale alla città.

– Alcune info importanti sui treni. Innanzitutto non fate i furbi: degli spostamenti  che ho fatto, 4 volte su 5 ho subito dei controlli del biglietto. Quindi, se fossi in voi non rischierei. Poi, i treni sono molto puntuali (non sembrano proprio quelli italiani).  In più, dentro lo scompartimento, in corrispondenza delle due uscite, ci sono dei display che avvisano qual’è la fermata successiva e la destinazione; molto utile dato che il turista non sa quante fermate ci sono prima dell’arrivo a destinazione (anche se all’info-point della stazione si può ottenere una stampa di tutte le fermate con i rispettivi orari di arrivo. Ma quanto sono efficienti?!?!?).

Ma, cosa più importante e fondamentale da sapere, i biglietti dei treni per spostarsi dalla capitale alle altre città sono scontati del 50% nel week end (ecco perché, preventivamente, ho preso le ferie da mercoledì a lunedì: così potevo sfruttare appieno sabato e domenica per i viaggi fuori Bruxelles). Considerate, ad esempio, che in settimana Brugge costa 28.60euro e le grotte 34.80euro (andando nel week end ho risparmiato in tutto 31.70 euro… So soldi!!!).

– La metro è a tratti un mistero. In alcune fermate l’ingresso era libero. Ma, cosa più strana, a volte per passare da una linea all’altra ci si perde .  O addirittura, sembra che si stia uscendo (perché si attraversano le porte automatiche) per poi scoprire che si è sempre dentro e che quello è l’unico modo per andare da una linea all’altra. Al contrario, una volta seguendo questa ‘filosofia’ ho attraversato le porte…  Ed ero proprio uscito!

Mah… In compenso ogni fermata ha dei murales sempre diversi; alcuni sono veramente belli e meritano addirittura una foto.

– M’aspettavo che il loro inglese fosse più forbito e di difficile comprensione. Invece sono riuscito senza problemi a capire e a farmi capire. Gli unici problemi sono stati nei baretti in cui parlavano solo francese e quindi è stato tutto uno spiegarsi a gesti.

– Ho scoperto mio malgrado che di lunedì tanti musei sono chiusi , quindi occhio a riservare a questo giorno le visite.

– Albergo. Io ho alloggiato alla guesthouse botanique . Ve la consiglierei? Dipende. Considerate che andando da solo ho dovuto economizzare sull’albergo, quindi ho optato per questo che era il più economico, con bagno in comune e niente colazione, pranzo o cena. Io ero al 3° piano, in una specie di piccola mansarda. Peccato che accanto alla mia camera c’era il bagno in comune, quindi sentivo tutti quelli che andavano in bagno e quello che facevano! In più, essendo in mansarda, quando pioveva sentivo ogni singola goccia toccare il tetto e la finestra (e per uno che ha il sonno leggero come me è stato un incubo). In più il wi-fi c’era ed era pure gratuito, però erano più le volte che non andava che quelle che funzionava; aprivo una pagina internet e poi per la successiva spariva la connessione e non tornava più. Mah.

È vicino alla stazione nord (quindi per prendere il treno è perfetto). Dista però una ventina di minuti dal centro a piedi (forse qualcosa anche in più). Quindi, se non avete grosse pretese e usate l’albergo solo per dormirvi, questo è ciò che fa per voi: costa poco, dà poco, ma d’altronde è tutto rapportato al prezzo.

Quindi rapporto qualità/prezzo è equo. Se però siete un minimo esigenti, scartatelo senza pensarci due volte.

– Bruxelles è una grande città ma molto vivibile. C’è traffico ma non l’ho sentito opprimente come quello di Milano. Sarà anche per il fatto che i clacson li usano poco. Ma soprattutto, rispettano i passanti. Quando dovevo attraversare la strada, le auto appena mi vedevano iniziavano a fermarsi una decina di metri prima. A volte mi stupivo di tutta questa educazione e rispetto. Poi mi ricordavo che non ero più in Italia, e quindi tutto aveva un senso 🙂

– Vi accorgerete che chi vi farà da cicerone (sia nelle grotte che sulla barchetta a Brugge) vi chiederà una mancia per il servizio (non vi dice quanto dargli; è a vostra discrezione). Mah, paese che vai…

– Parliamo delle città in Belgio. Se avete pochi giorni (tipo 2/3) e volete visitare tutto con calma, state a Bruxelles: è piena di posti interessanti. Ma se avete più giorni, vi consiglio di dare un’occhiata anche ad altre città. Girando per i siti, ho trovato che le città più visitate sono Brugge, Ghent, Anversa, Ostenda e Rochefort (che è in zona grotte di Han) .

Come vi dicevo in precedenza, Brugge si raggiunge passando da Ghent, quindi tanti fanno in giornata tappa ad entrambi i posti. Ma se volete godervele al meglio e con calma, vi consiglio di farlo in due giorni separati. Personalmente, avendo due giorni a disposizione per il fuori-Bruxelles ho scelto Brugge (perché mi sembrava più intima e poetica) e le grotte di Han (perché volevo godermi una giornata immerso nella natura). Ciò non toglie che anche le altre città hanno caratteristiche degne di nota.

A voi la scelta!

– Infine, parliamo di soldi. In tutti i cinque giorni di permanenza ho speso: 575 euro . Di questi: Aereo andata e ritorno: 120 euro.  Albergo: 225 euro (camera singola). Spesa dei mezzi, cibo, visita di monumenti e cazzatine varie: circa 230 euro.

Periodo: maggio

Street art di Bruxelles: percorso e itinerario

Street art di Bruxelles: percorso e itinerario

La Magia invernale di Bruges, date ed eventi del romantico Natale

La Magia invernale di Bruges, date ed eventi del romantico Natale

Mercatini di Natale in Europa, i più belli 2023

Mercatini di Natale in Europa, i più belli 2023

Capodanno a Bruxelles 2024: eventi e cose da fare

Capodanno a Bruxelles 2024: eventi e cose da fare

bruxelles tour 5 giorni

No, grazie Si, attiva

Amsterdam, Bruges, Brussels: the best itinerary

Due to their proximity, visiting the cities of Amsterdam, Brussels and Bruges in the same trip is possible and highly recommended. So here is everything you need to know about the circuit between these three pearls of Northern Europe.

Carlos Bleda

Carlos Bleda

Amsterdam, Bruges, Brussels: the best itinerary

Streets of Amsterdam | ©Pixabay

Only 300 kilometers or 3 hours separate the cities of Amsterdam, Brussels and Bruges. That is why, because of the tourist attraction of both cities and because of their good communications, it is very common to visit the three cities in the same trip.

Knowing which are the best options to move around these three capitals and how to organize this route is highly recommended if you want to embark on such a trip. To do this in this post you have all the information about it to enjoy the circuit Amsterdam-Brussels-Brussels-Brussels .

Which is the best route

There is no pre-established route or fixed order to visit these cities. But there are better options than others. The most advisable is to start the trip by visiting Amsterdam . The city of the Netherlands is the northernmost and is the best starting point as it has direct communication with Brussels. For example, you can go from Amsterdam to Brussels by booking an organized excursion to the Belgian capital .

Between the two cities there is the longest distance of the circuit. It is always better to end in Brussels as the distance of the flights from the Belgian city back to Western Europe is shorter and the price is lower.

The alternative is to start in Brussels as it is the central point and the only one that has direct communication with the other two cities. From the Belgian capital you can visit Bruges in one day and travel directly to Amsterdam. However, if we travel from Western Europe flights from Amsterdam are always more expensive so it is not the best option to finish the circuit.

Book a tour to Bruges from Amsterdam

Amsterdam-Brussels-Bruges by train tour

The train is the best way to move between these three cities for its comfort-speed-price ratio. There is a direct connection between Amsterdam and Brussels, but not between Amsterdam and Bruges, although from the Belgian capital there are regional trains to Bruges. The journey between Amsterdam and Brussels has an approximate duration of two hours with direct travel and the price of a ticket starts from 25 euros if you buy it the same day but booking in advance you can find better deals.

From Brussels to Bruges there are regional trains that take about 1 hour to go from one city to another and prices start from 15 euros . The only disadvantage of the train is that there is no direct connection between Amsterdam and Bruges, but it is not a big handicap because Bruges can be visited in just one day and you can go and return from Brussels. You can also hire an excursion to Bruges from Brussels that will save you headaches, although these are usually done by bus.

Amsterdam-Brussels-Bruges tour by bus

The bus is the economical alternative to the train . Its great advantage is that there are trips between the three cities with all possible combinations. The prices of the Amsterdam-Brussels route are cheaper than the train, on average starting from 12 euros although there are cheaper options by booking in advance.

The big disadvantage compared to the train is the journey time. From Amsterdam to Brussels is about three hours, and just over an hour from Brussels to Bruges. The price difference compared to the train is not very big so it is up to each person if he/she values more the comfort and speed of the train or the price of the bus. There are also organized excursions to Bruges from Amsterdam that are usually made in a bus conditioned.

Amsterdam-Brussels-Bruges tour by car

If you have your own or a rented car, it is very convenient to move between Amsterdam, Brussels and Bruges. The three cities are very well connected by road and the journey from Amsterdam to Bruges, about 300 kilometers, takes less than 4 hours . From the city of canals to the Belgian capital is 210 kilometers on the fastest road route and takes about 2.5 hours.

Moving by car gives absolute freedom of movement but in any case, adding fuel, tolls and, if necessary, car rental, the price will always be higher than traveling by train or bus. And of course, organizing the trip will also take time. That's why I recommend you to book some of the organized excursions between the three cities.

Book an excursion to Brussels from Amsterdam

When is the best time to make the circuit?

The best time to do the Amsterdam-Brussels-Brussels tour is in spring , especially in the months of March and April. To determine why this is the best time to enjoy this tour, two factors must be taken into account: the weather and the demand.

In winter and autumn, the cold is bitter in these three northern European capitals, while in summer , although the weather is much more pleasant, it is high season for tourism and the demand and the influx is very high, which increases the prices . Therefore, spring is the most balanced time between weather and demand, making it the best time to make the Amsterdam-Bruges-Brussels tour.

How many days should I spend in each city?

Amsterdam is perhaps the city that offers more monuments and points of interest among the three that make up the circuit. We will need at least 3 days to visit Amsterdam without leaving anything out. On the other hand, the general recommendation is usually to spend a minimum of 2 days in Brussels while in Bruges can be enough one day, although it is always better to see it calmly and spend 2 days.

In total the recommended to complete the circuit and visit the three cities in conditions is a one-week trip to go without stress. 3 days in Amsterdam, 2 in Brussels and between 1 and 2 in Bruges .

Book a tour to Brussels from Amsterdam

What to see in Amsterdam

The three cities have a lot to offer and an endless number of monuments, museums and points of interest that should be part of our itinerary. As a summary, I leave you the main places and monuments that you must see in each of these three cities:

Amsterdam is a city famous for its canals and with a large number of museums that are among the most important in the world among many other places worth visiting . The highlights are:

  • A cruise through the canals of Amsterdam .
  • Anne Frank House Museum
  • Van Gogh Museum
  • Flower market
  • Jordaan Jewish Quarter
  • Rijksmuseum
  • The Red Light District
  • Dam Square and Leidseplein

Book a canal cruise in Amsterdam

What to see in Brussels

Brussels is not a very big city so most of the sights can be visited on foot and are concentrated in the city center of Brussels . The headquarters of the European Union offers its visitors a great collection of beautiful buildings combined with modern monuments and seasoned with a rich gastronomy famous for its Belgian chocolate tastings . If you go to Brussels the points that you can not miss are:

  • The Brussels Stock Exchange
  • The Jeanneke Pis and the Manneken Pis
  • The Saint Hubert Galleries
  • The Grand Place
  • The Cathedral of St. Michael and St. Gúdula
  • The Royal Palace of Brussels
  • The Sablon Quarter
  • The Palace of Justice
  • The Atomium
  • The European Quarter

What to see in Bruges

Bruges shares with Amsterdam the title of the Venice of the North thanks to its famous canals . This world heritage city has many interesting places even though it can be visited in one day. The most famous and beautiful places in Bruges are:

  • Stroll along the canals
  • The Grote Markt market
  • The Rosary Quay
  • Minnewater Park
  • Burg Square
  • Belfort Tower
  • St. Savior's Cathedral
  • Jan Van Eyck Square

Book an excursion to Bruges from Amsterdam

Tips for the Amsterdam-Bruges-Brussels tour

If after knowing all that the Amsterdam-Brussels-Brussels tour offers you decide to do it, which I highly recommend, you have to take into account a number of tips and points to optimize your trip:

  • If you are traveling in the autumn or winter months go well wrapped up warm and with waterproof clothing as all three cities have a cold and rainy climate in those months.
  • Book accommodation in advance to save money and avoid running out of options especially in the months from May to September which are the high season months.
  • The train is the best transportation also because the train stations in all three cities are very close to the center of the cities.
  • Find out about tourist cards such as I Amsterdam to see the museums in the cities without queuing and also have benefits for public transport.
  • All three cities are very accessible by bike which makes this transport one of the best options to move around them.
  • If you have more than a week and freedom of movement I recommend making intermediate stops between the three cities in some towns worth knowing as Rotterdam if you travel by train from Amsterdam, or Ghent between Brussels and Bruges.

Book a trip to Brussels from Amsterdam

The Best Travel Guide to Amsterdam

  • AFC Ajax Tickets
  • 31 Best Things To Do in Amsterdam
  • Heineken Experience Tickets and Tours in Amsterdam
  • Amsterdam Pass and Other Passes
  • Amsterdam Airport Transfers
  • Amsterdam Red Light District Experiences and Tours
  • The best museums in Amsterdam
  • 5 Best Day Trips from Amsterdam
  • 6 Best Amsterdam Tours
  • Keukenhof Gardens Day Trips from Amsterdam
  • Amsterdam Hop on Hop off Bus Tours
  • Bruges Day Trips from Amsterdam

Things to do in other destinations

  • San Francisco

Select your language

Argentina (USD)

Brasil (USD)

Colombia (USD)

Denmark (DKK)

Deutschland (EUR)

España (EUR)

Finland (EUR)

France (EUR)

Italia (EUR)

México (USD)

Nederland (EUR)

Norway (NOK)

Sweden (SEK)

United States (USD)

United Kingdom (GBP)

Canada (CAD)

Portugal (EUR)

Japan (USD)

Malaysia (MYR)

United Arab Emirates (AED)

India (INR)

  • registrations
  • regulations
  • on the road

Merchandising

bruxelles tour 5 giorni

Rue de la Madeleine 51 1000 Brussels

+32 (0)2 318 64 70

bruxelles tour 5 giorni

Inscrivez vous à la newsletter

  • Restez informé(e) des actualités de BXL TOUR.
  • Informez-moi des prochains événements Brussels Major Events.

The phases of the programme

  • Receiving a bicycle and learning how to use and maintain it.
  • Supervised sports training to learn to ride a bike in the city.
  • Cycle 20 km of the BXL TOUR course

Distance: 40km Average min. speed: 20km/h M in age : 12 years old Ranking :   based on timing

The organisers advise participants to have a medical examination before the race.

Read the rules of the category .

Distance: 32km Average min. speed: 16km/h Age min : 12 years old Ranking: no ranking

Electrics bikes are allowed.

At the Atomium.

  • Presentation of the trophies for the Master category around 10:30 am.
  • Presentation of the trophies for the Cyclo, Baloise Sprint, Intersport Group Challenge, PBM, and BCF around 1:00 pm.
  • The end of the race is expected around 1:00 pm.

Download the arrival map

Download the agenda

A festive village full of activities will welcome you.

Place des Palais, access via the Brussels Park.

The departures are scheduled between 9am and 9.50am.

  • 9am : start MASTER
  • 9.10am : start CYCLO +35km/h
  • 9.20am : start CYCLO 30-35 km/h
  • 9.30am : start CYCLO 25-30 km/h
  • 9.40am : start CYCLO 20-25 km/h
  • 9.50am : start RIDE

Download the departure map

In order to facilitate departures, it is important that you do not arrive more than 15 minutes before your start time.

Coffee by Dolce Gusto for everyone who needs an extra boost! 

General info :

Each participant must take notice of and comply with the  regulations .

Helmets must be worn . Participation will be refused if the participant isn’t wearing a helmet

Plate number with timing chip  attached to the front of the bike.

The course is entirely marked  and supervised by the organization with the help of the police, flagmen (fixed and mobile), race vehicles (green flag, red flag, broom truck, …). support vehicles, a race director, supervising staff and marshals…

Toilets, water fountains and technical stands  (minor repairs) will be available at the start and finish.

A free mobile locker service  will be available. You will be able to drop off your belongings in the departure area and pick them up in the arrival area (starting around 10:30 am)

  • Glass containers
  • Bikes with fixed sprocket
  • Electric bicycles (except for the  RIDE category )
  • Tricycles and recumbent bikes (only for PRM)
  • Child seats
  • Cargo bikes
  • Time trial bikes
  • Extenders and using the forearms as support point on the handlebars.

There are several route options for persons with reduced mobility:

40 km : enter the  CYCLO category

Start from Place des Palais at around 9:30am

To help us stage a mass start, please select the 25–30 km/h category only in the “Start Box” field when you register

This option requires you to have a UCI licence.

32km : enter the  RIDE category

Start from Place des Palais at around 9:50am

E-bikes are permitted.

This option requires you to have a UCI licence

Hand bikes, tricycles, reclining bikes and tandems are only allowed for licensed persons with reduced mobility. Hand bikes must be equipped with a flag or pennant indicating their presence, attached to the end of a strong, flexible rod at least 1.5m above the ground. Read  all the regulations .

  • Normal : 18€
  • Licence & PMR : 15€
  • Group : 15€ per person

Group registration :

Want to participate with your friends or family?

Come and experience a fun and sporting moment by registering as a group.

In addition to the individual ranking, the groups will be included in a separate ranking. By giving the best of yourself, you will be able to find yourself in 2 classifications, and this for the first 2 categories.

Team spirit will be very important!

Moreover, groups (min. 5 persons) benefit from a reduced price.  

Withdrawal of numbered plate :

Individual participants need a number plate to be fixed clearly to the front of the bike handlebars without bending it. Masters must collect this essential item on the race day in the Parc de Bruxelles (at the start). The cyclo and rider categories must collect their plates between 19/05/23 and 17/06/23, on presentation of the e-ticket received by email a few weeks before the race. The collection points of the plates are :

  • Brussels Info Place: Rue Royale 2 – 4, 1000 Brussels, Monday to Friday from 9.30am to 5.30pm, Saturday and Sunday from 10am to 6pm;  Participants who ordered a jersey when purchasing their ticket must go to the Brussels Info Place to collect their numbered plate and jersey.
  • Intersport Anderlecht: Bd. Sylvain Dupuis 365, 1070 Anderlecht , Monday to Saturday from 10am to 5.30pm and Friday from 10am to 8pm, closed on Sunday;
  • Bike Square W-S-P: Bd. Alfred Madoux 149, 1150 Brussels, Monday to Saturday from 10am to 6pm, closed Thursday and Sunday.

Attention! Groups, group leaders, can only collect their numbered plates between 5/06/23 and 16/06/23 from Brussels Major Events: Rue de la Madeleine 51, 1000 Brussels, Monday to Friday from 9am to 5pm.

Master (m&w) based on the photo finish

Cyclo (m&w) based on timings

Sprint: A 1.5km sprint will be held in front of the castle of Laeken. One ranking will be made with the timings of the Masters and Cyclos.

Group classification: From 5 persons onwards you can register as a group for the BXL TOUR. The 5 best timings of your group will be accumulated and will define your group time. A ranking is made of the timings of the Master and Cyclo groups.

Brussels women cyclists

For the fourth year in a row and with the aim of supporting women’s sports, this project brings together twenty or so women from Brussels to learn how to cycle. The aim is to get them involved in the preparation of the  BXL TOUR  and to participate and finish the race. This enriching and fun experience also allowes them to familiarise themselves with this growing means of active mobility.

Various Brussels associations active in the field of cycling provide the training programme, which gives the participants the theoretical and practical means to cross the finishing line!

Cycling unites!

In addition to being an important lever for good physical and mental health, sport unifies, levels out disparities and brings people together.

It is therefore essential that it serve integration and citizen participation.

This initiative also shows the positive evolution of women’s sport in Brussels.

CYCLOPARKING

A secure bike park will be available free of charge from 9.00 am to 6.00 pm (code system to be received by SMS to access the car park), so that you can enjoy the finish village entertainment (concert, circus arts, etc.) throughout the afternoon.

Follow the steps below to access it:

  • A photo (of the bike and your shoes) is taken by one of the bike park attendants at the entrance to the bike park.
  • You give the attendant your mobile phone number
  • Your mobile phone number is linked to your photo.
  • You place your bike in the bike park.
  • You will receive a confirmation SMS from the bike park with a code and the closing time of the bike park.
  • Collect your bike before the bike park closes.
  • Tell the attendant your code.
  • The attendant checks the code and asks a question about your bike (colour/brand, etc.).
  • If you answer correctly, you get your bike back.

You like cycling and you like Brussels? Did you participate in the BXL TOUR before or are you participating for the first time this year? Then our BXL TOUR merchandising is definitely something that might interest you!

Read carefully where and when the different items are available.

Don’t forget to tag us on Facebook or Instagram if you have your jersey or cap on or are enjoying a BXL TOUR.

BXL TOUR jersey

While the black jersey is still exclusive to winners, the white version is available as a collector’s item for everyone. Don’t hesitate any longer and make yourself recognizable on the road as a BXL TOUR fan!

Price : €35

Brand : Vermarc

View jersey .

Available :

From 18 March via the webshop while registrating Pick-up needs to be done at the Brussels Information Point. from 18 May on presentation of a confirmation email sent a few weeks in advance.

  • Also, on sale on 18 June at the merchandising stand at the arrival of the BXL TOUR, while stocks last.

– See the different sizes here.

BXL TOUR cap

Helmet off and BXL TOUR cap on, that’s how you can enjoy the BXL TOUR! Or after another fun bike ride in preparation of the best Brussels race of the year! Our Unisex and unisize cap looks great on everyone’s head!

– Free for the first participants who pick up their numbered plate in one of the pickup points.

– Available at the merch booth at the arrival for 5 euros. (Until stock runs out)

– Not available online

The BXL TOUR - a sporty beer

The best way to reminisce together at the finish, under the Atomium, is with a drink in hand! First ride the BXL TOUR, then drink a BXL TOUR together!

Since many participants like to drink a beer to celebrate their performance, we made a beer with the brewery Drink-Drink!

  • Starting 10 April, you can find the BXL TOUR on My Beer Box .
  • At the following places: outlets .
  • On 18 June at the finish of BXL TOUR!

The beer : The BXL TOUR designed just for you is a light IPA de 4,2%. Ingredients :

  • Barley malt, yeast, water
  • Simcoe*, Calypso*

*From organic farming IBU : 23 EBC : 8

The brewery :

Drink-Drink! is a project of 3 people from Brussels who met in school. They now decided to merge two of their passions: beer and cycling. Discover more info about the brewery here .

Sizes guidelines

The BXL TOUR - A sporty pint

This year, the BXL TOUR has its own beer, brewed with love especially for you, in collaboration with the Brussels brewery Drink Drink!

This IPA (Indian Pale Ale) is a light beer (4.2%) of high fermentation, organically grown and composed of malt, barley, hops, yeast, and G water.

Drink-Drink is a project of three Brussels residents who met at school and decided to merge two of their common passions: beer and cycling.

You will soon be able to discover the beautiful label of the BXL TOUR on our social media.

The BXL TOUR will be the ideal way to cool off after the race!

Starting 10 April, you can find the BXL TOUR on “My beer box” and at the following places: Malt Attack, La Perruche, Amère à boire, Pédalo, Belgopop, Épicerie Horta, Bloum, Chez Marie, Smala, Comptoir Belge, Made in Anderlecht, Wandercoop, Walvis, Le Gist, Fernand Obb and Dekkera.

BALOISE BELGIUM TOUR ​

This year the BXL TOUR collaborates with the BALOISE BELGIUM TOUR!

For the first time the five-day UCI ProSeries cycling race through Belgium will end with a stage in and around Brussels. The finish will be under the Atomium, same as the BXL TOUR .

The collaboration between these 2 great events will be the occasion for amateurs, semi-professionals, and the greatest champions of the world to meet at the finish village for the award ceremony.

18 June will be dedicated to bicycle lovers, a festive day in our capital, for the participants as well as spectators!

INTERSPORT GROUP CHALLENGE 

To make the race even more attractive, starting this year there is the INTERSPORT GROUP CHALLENGE ! Register as a team and compete together for the team prize! The ranking is calculated based on the time of the 5 fastest riders of your team.

To make the race even more exciting, there’sl also the “BALOISE SPRINT”, a 1500m sprint segment on the Avenue du Parc Royal, between the Parvis Notre Dame and the Royal Greenhouses of Laeken.

In addition to these two prizes, all cyclists in the Master or Cyclo category will be automatically timed individually for the general classification . You will thus have the opportunity to qualify 3 times. As a team or solo, it’s up to you to take on your own challenge!

For the third consecutive year, the trophies of the BXL TOUR are made from the wood of the splendid Christmas tree of the Grand Place.

In a permanent concern for sustainability, this wood is reused to produce and give life to different objects such as boards of swings, furniture for the City’s events or the Bxl Tour trophies!

The base of the trophy is an A4 board made of fir wood on which a visual created by the Brussels collective Louves ( www.louves.be ) is laser printed in color.

Each trophy includes the category for which the participant wins the prize and is signed by the godfather of the race, our dear Eddy Merckx!

BXL TOUR CHALLENGE

For World Bicycle Day on Saturday 3rd of June, the BXL TOUR and Westland Shopping are putting out a challenge to cyclists from all over Brussels!

Are you ready for the BXL TOUR? Come and prove it and try to win  a free ticket for the race and lots of other prizes. Show us that you’re the best in your category or simply come and test your legs on Intersport’s home-trainers!

For the home-trainer competition, three categories will be able to take part: young people aged 12-18 / men / women. 200 BXL TOUR caps will be given to the first participants and five winners per category will receive a surprise gift pack (BXL TOUR ticket, Westland Shopping gift card, etc.).    For the curious ones out there, there will also be a BMX demonstration, a bike repair stand, a BMX and bike initiation course, DJ entertainment and a BXL TOUR info point.

Challenge accepted?

PRACTICAL INFORMATION:   From 1pm to 5pm   At Westland Shopping, Bd Sylvain Dupuis 433, 1070 Anderlecht   Free access! 

Distance: 40km Average min. speed: 40km/h Min. age : 19 years old (or turn 19 in the year of the event) Ranking: based on photo finish

Membership of a recognised cycling federation is highly recommended.

The Master category is sold out!

Don’t hesitate to join the waiting list in the hope that a place will become available.

IMAGES

  1. BRUXELLES IN 5 GIORNI

    bruxelles tour 5 giorni

  2. 8 cose da fare a Bruxelles in un giorno

    bruxelles tour 5 giorni

  3. 5 cose da fare a Bruxelles in un giorno

    bruxelles tour 5 giorni

  4. 5 choses à voir et à faire à Bruxelles

    bruxelles tour 5 giorni

  5. Cosa vedere in tre giorni a Bruxelles: la guida completa

    bruxelles tour 5 giorni

  6. Bruxelles: tour guidato di Anversa e Gand di un giorno intero

    bruxelles tour 5 giorni

COMMENTS

  1. Come visitare Bruxelles in 5 giorni |Idee Viaggi

    Se avete programmato un viaggio a Bruxelles per 5 giorni, è certo che si può visitare la città in totale tranquillità, senza ritmi frenetici e con la possibilità di recarsi anche presso i suggestivi dintorni che offre! In questa guida vediamo insieme...

  2. 5 giorni in BELGIO Le Fiandre e Bruxelles

    BELGIO LE FIANDRE & BRUXELLES : Cosa vedere in 5 giorni. Il Belgio è stato un'autentica sorpresa! Le Fiandre sono sempre state un chiodo fisso e finalmente quest'anno, insieme a Blueberry travel, siamo riusciti a visitare Bruxelles, Bruges e Gent. QUANDO ANDARE: Raramente da queste parti vedrete il termometro passare i 20 C°.

  3. Bruxelles in 5 giorni: Scopri tutto ciò che devi vedere

    Bruxelles in 5 giorni: Scopri tutto ciò che devi vedere Agosto 23, 2023 Martina Marchetti Se stai pianificando un viaggio a Bruxelles e ti chiedi quanti giorni dedicarvi, sei nel posto giusto. La capitale del Belgio offre una vasta gamma di attrazioni culturali, artistiche e culinarie che meritano di essere esplorate.

  4. 5-Day Brussels Itinerary

    5-Day Brussels Itinerary When is your trip? Start date - End date Start planning Wanderlog staff • updated Nov 25, 2022 Brussels in 5 days If you only have 5 days to spend in Brussels, we've narrowed down the top places you should check out to get the best experience of your time here.

  5. Tripper

    Stay at the funky and eco-chic Meininger Hotel Brussels City Center. Start the day off with a chocolate croissant and coffee at Pain Quotidien. Stop at the Grand Place for a photo op and a waffle from a street vendor. Visit the Atomium, a unique structure with panoramic views of the city. End the day with a pint of Belgian beer at Delirium ...

  6. Explore Brussels & Beyond

    Get to know Brussels like a local on this guided five-day private tour. After taking in the key sights of Belgium's capital, you'll delve into its diverse beer scene and later row to a chalet on an island in the Bois de la Cambre park. Halfway through the itinerary, your guide will whisk you off on an exciting road trip, stopping at the Waterloo Battlefield and its museum, the citadel of ...

  7. A Perfect Day In Brussels: Itinerary & Self-Guided Walking Tour

    Most flights to Belgium's capital land at Brussels International Airport, 14 km northeast of the city centre. From here, regular trains run to the city's three main railway stations. Budget airlines may land at Brussels-Charleroi airport, located 50 km south of the city centre. From here, there is a shuttle bus service to the city centre.

  8. Viaggio Organizzato In Belgio: 5 Giorni e 4 Notti

    o 3 rate da 199,67 € senza interessi. 23. mar. Belgio. Dal 23 mar al 27 mar. 5 giorni • 4 notti. Età 25-35.

  9. Bruxelles: i MIGLIORI tour

    Caminito del Rey. Isole di Dubai. Top of the Rock. Sotterranei di Napoli. Sainte-Chapelle. American Museum of Natural History. Bruxelles: cose da fare. Trova i tour più amati e le attività meglio recensite a Bruxelles nel 2024. Su GetYourGuide trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno, tra cui prezzi, orari, opzioni per saltare la fila e ...

  10. The Ultimate Belgium Itinerary for 5 Days or 7 Days

    The Ultimate Belgium Itinerary for 5 Days or 7 Days By Kate S. Last updated on June 2, 2023 Belgium is possibly my favourite place to visit in Europe and it's super accessible, being small enough to see well with only a few days or a week. This post has two Belgium itinerary options that hit the highlights of the country.

  11. The BEST Brussels Tours and Things to Do in 2024

    Dubai Islands. Top of the Rock Observation Deck. Underground Naples. Sainte-Chapelle. American Museum of Natural History. Belgium. Flanders. Things to do in Brussels. Find the top-rated and best-reviewed tours and activities in Brussels for 2024.

  12. Cosa vedere e fare bruxelles in 5 giorni

    Luoghi Inicio » Luoghi » Cosa vedere e fare bruxelles in 5 giorni Bruxelles, la capitale del Belgio, è una città affascinante ricca di storia, cultura e incredibile architettura. Con i suoi numerosi musei, parchi e luoghi storici, Bruxelles offre una varietà di attività interessanti per i visitatori.

  13. 3 Days In Brussels: Perfect Brussels Itinerary

    Brussels Itinerary - Day 1 Walking Tour Le Grand-Place Mont Des Arts Brussels Itinerary - Day 2 The European Quarter Atomium Mini Europe Brussels Itinerary - Day 3 Palais Royal Notre Dame Du Sablon Parc Du Cinquantenaire Other Places to Visit in Brussels Brussels Travel Tips Where to Stay in Brussels Cost of Travel in Brussels

  14. Brussels tours, trips & activities

    Book online our activities, guided tours, trips and free tours in Brussels. Don't miss anything! Brussels Belgium. Our offer of activities ... Belgium. Our offer of activities Free Tour Brussels. 4,8 /5 1033 reviews 2h 15m. Free. Day Trip to Bruges . 4,9 /5 167 reviews 10h 0m. 43 € Day Trip to Antwerp and Ghent with the Atomium ...

  15. Two Days in Brussels

    Two Days in Brussels - Brussels Two Day Itinerary Two Days in Brussels If you are short on time and want to see all the unmissable sights in the Belgian capital, take a look at our itinerary planned to visit Brussels in a weekend. Planning a quick visit to Brussels?

  16. 4 giorni in Belgio: itinerario tra Bruxelles, Bruges e Gand

    In questo articolo trovi il mio itinerario con consigli day by day per visitare in quattro giorni il Belgio, tra Bruxelles, Bruges e Gand: tra cioccolato dai mille gusti, chilometri macinati in treno e a piedi, metropolitane prese di corsa e waffles al caramello deliziosi. Info utili da sapere per organizzare un viaggio in Belgio

  17. Cosa vedere in Belgio in 4 o 5 giorni

    Se avete 4 o 5 giorni a disposizione vi suggerisco in questo articolo i posti più interessanti da vedere in un tour fra città, campagna, mare e collina. Il nostro punto di partenza è Bruxelles, città su cui però non mi soffermo poiché le ho già dedicato un post specifico ( Scopri Bruxelles). Beghinaggio Le città del nostro tour in Belgio

  18. Cinque giorni in Belgio: Bruxelles, Bruges e grotte di Han

    Cosa vedere in cinque giorni Belgio - Idee di viaggio - The Wom Travel Travel Belgio Cinque giorni in Belgio: Bruxelles, Bruges e grotte di Han 24-07-2014 Redazione Travel Primo viaggio in solitaria. Destinazione: Belgio. Bruxelles sarà il mio campo-base, ma ho intenzione di visitare altre città. Ma andiamo con ordine. Parto di mattina da Malpensa.

  19. From Brussels: 5-Day Belgium and Netherlands Tour

    Explore Belgium and the Netherlands on a 5-day trip from Brussels. Discover the beauty of Bruges, explore Amsterdam, its picturesque villages and windmills, including boat trip and hotels!

  20. Amsterdam, Bruges, Brussels: the best itinerary

    The three cities are very well connected by road and the journey from Amsterdam to Bruges, about 300 kilometers, takes less than 4 hours. From the city of canals to the Belgian capital is 210 kilometers on the fastest road route and takes about 2.5 hours. Moving by car gives absolute freedom of movement but in any case, adding fuel, tolls and ...

  21. Parcours

    Parcours - BXL TOUR 2023. on the road. Merchandising. Rue de la Madeleine 51. +32 (0)2 318 64 70. BME asbl/vzw Rue de la Madeleine 51 1000 Brussels, Belgium. Restez informé (e) des actualités de BXL TOUR. Receiving a bicycle and learning how to use and maintain it. Supervised sports training to learn to ride a bike in the city.

  22. The BEST Brussels Tours and Things to Do in 2024

    Dubai Islands. Top of the Rock Observation Deck. Underground Naples. Sainte-Chapelle. American Museum of Natural History. Flanders. Things to do in Brussels. Find the top-rated and best-reviewed tours and activities in Brussels for 2024.

  23. From Brussels: Bruges Full-Day Guided Tour

    Highlights. Discover the Venice of the North on a fully-guided tour of Bruges. Walk by the side of canals in the historic UNESCO-listed heart. Marvel at the monuments of Castle Square and Market Square. Go to calm city oases, such as the Minnewaterpark and Begijnhof. Full description. Depart the Belgian capital in the morning and transfer to ...